Pochi la conoscono, ma questa meravigliosa orchidea è la più resistente e la più facile da coltivare

Uno dei fiori più popolari è l’orchidea. Infatti, la sua forma particolare ed elegante la rende perfetta da regalare in occasioni speciali. Peccato che la maggior parte di queste durino poco proprio perché incontrano mani inesperte che non sono in grado di curarle a dovere. Vediamo dunque come diminuire questo problema optando per una varietà un po’ più durevole delle altre. Infatti, in pochi la conoscono, ma questa meravigliosa orchidea è la più resistente e la più facile da coltivare. Scopriamo subito di che cosa si tratta.

Una varietà dal nome e dai colori di rara bellezza

Stiamo parlando di quelle appartenenti alla varietà Phalaenopsis. Il suo nome deriva dal greco e letteralmente significa “con l’aspetto di una farfalla”. “Phalena” infatti richiama l’animale e invece “opsis” deriva dal verbo “orao” che significa “vedere”. Inoltre, presenta anche delle sfumature particolarmente accattivanti che dal bianco crema virano verso un rosa quasi violaceo. Talvolta sono presenti anche dei petali con toni arancioni o con delle particolari striature.

Pochi la conoscono, ma questa meravigliosa orchidea è la più resistente e la più facile da coltivare

Questa “varietà” è una delle più semplici da tenere in vita. Bisogna però sempre tenere a mente che fa parte di una famiglia di fiori di per sé fragili e che quindi non è l’ideale per chi è proprio alle prime armi. Ci sono infatti parecchi escamotage che bisogna conoscere. Il primo risiede nell’innaffiatura: infatti pochi lo sanno, ma questo è il modo migliore per innaffiare un’orchidea per mantenerla sana. Nello specifico la Phalaenopsis necessita poca acqua di inverno: una somministrazione a settimana dovrebbe essere bastante. Al contrario in estate le frequenze vanno aumentate al doppio. È però necessario farlo osservando il colore delle radici. Se sembrano grigiastre è il caso di inserire il liquido, se invece risultano verdi non ce n’è bisogno. Invece se si notassero degli importanti segnali di marcescenza si potrebbe provare un rimedio estremo: infatti per salvare un’orchidea in fin di vita basta quest’oggetto che tutti abbiamo in cucina. Come tutte le sue simili poi, ama gli ambienti caldi e umidi e non predilige una diretta esposizione solare. Questa, infatti, farebbe ingiallire le foglie e ne comprometterebbe il benessere. Queste sono le linee guida per mantenere in salute questa deliziosa pianta. Per consigli più dettagliati però suggeriamo sempre di rivolgersi a un esperto.

Approfondimento

Quasi nessuno lo fa, ma questa mossa garantisce salute e benessere a lungo a un’orchidea

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te