Pochi ingredienti ed ecco come riciclare il riso avanzato in golose polpette dal cuore filante al forno o in padella

Spesso capita che, a fine pranzo e a fine cena, avanzi qualcosa di quel che avevamo preparato. Magari ci siamo distratti e non abbiamo fatto le dosi giuste. Oppure qualcuno, avendo poca fame, non ha gradito qualche pietanza. Qualunque sia il motivo, capita di ritrovarsi con una porzione di pasta o di riso di troppo. Buttare via il cibo non è mai un bel gesto. Più volte abbiamo visto che le polpette sono la soluzione ideale per riciclare gli avanzi. Le possiamo fare praticamente con qualsiasi cosa: carne, pesce e salumi… Ma anche formaggi e verdure. In genere, l’uovo è l’ingrediente base che fa da collante per assemblare il tutto.

A volte, per questa funzione, si usano anche le patate lesse. Ecco, ad esempio, delle polpette economiche davvero irresistibili che si preparano con i soliti 3 ingredienti che avanzano sempre. Ed ancora, per evitare ogni tipo di spreco, queste croccantissime polpette svuota frigo si preparano in 5 minuti e solo 1 euro.

Di solito avanzano pezzetti di formaggio, qualche boccone di carne o alcune fette di affettato. Nelle prossime righe andremo invece a vedere cosa fare se avanza un po’ di risotto. Il riso saltato in padella è buonissimo, ma se ne avanza soltanto qualche cucchiaiata, è bene ingegnarsi per fare altro.

Pochi ingredienti ed ecco come riciclare il riso avanzato in golose polpette dal cuore filante al forno o in padella

Premettiamo subito che per questa ricetta non indicheremo volutamente le dosi perché tutto dipende dalla quantità avanzata di riso. Sulla base di ciò, si dovranno adeguare poi gli tutti gli altri ingredienti.

Cosa ci serve

  • risotto avanzato (meglio un risotto semplice tipo alla parmigiana o allo zafferano);
  • uova;
  • speck a listarelle o a cubetti;
  • mollica di pane ammollata nel latte e strizzata bene;
  • scamorza affumicata o mozzarella a cubetti;
  • pangrattato.

Come procedere

La ricetta è davvero semplice. Basterà unire in una ciotola capiente tutti gli ingredienti ad eccezione del formaggio. Amalgamare per bene il tutto, prima con un cucchiaio e poi direttamente con le mani. Il pangrattato va aggiunto poco per volta, in base al grado di umidità e consistenza dell’impasto. Questo, infatti, dovrà essere bello compatto ma non secco. Il sale non dovrebbe servire perché tutti i vari ingredienti sono già sufficientemente saporiti.

A questo punto, inumidire le mani e formare delle palline (grandezza a piacere). Creare un buco al centro ed inserirvi un cubetto di scamorza o di mozzarella. Ricompattare le polpettine, passarle nel pangrattato e procedere con la cottura.

Possiamo buttarle nell’olio bollente fino a doratura oppure farle cuocere per 10 o 15 minuti in una padella antiaderente unta di olio o di burro. Sicuramente, per una versione light, suggeriamo la cottura nel forno: 15 o 20 minuti a 200 °C.

Davvero molto semplice: solo pochi ingredienti ed ecco come riciclare il riso avanzato in golose polpette dal cuore filante al forno o in padella.

Ovviamente, anche in base a quel che c’è in frigo, possiamo giocare con le combinazioni. Va bene qualsiasi tipo di salume e di formaggio, purché compatto e non troppo acquoso. Bene anche l’eventuale aggiunta di verdure, spezie e/o erbe aromatiche. Insomma, le varianti possibili sono praticamente infinite.

Approfondimento

Non butteremo più il pane secco avanzato dopo aver assaggiato questo morbidissimo dolce farcito, gustoso e profumato

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te