Pochi cucinano le castagne così e chi non lo fa si perde una vera prelibatezza autunnale

L’autunno caratterizzato da temperature più basse, foglie che cadono e giornate più corte porta anche con sé alcuni frutti straordinari.

Tra questi meritano essere nominati i tartufi perfetti cucinati con le uova e, soprattutto, le castagne.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Le castagne sono i frutti più classici dell’autunno, buone e facili da cucinare, da sempre ritenute il pane dei poveri.

Un frutto straordinario che potrà essere utilizzato in cucina in modi molto diversi tra loro. Molti si concentrano sulle caldarroste ma pochi cucinano le castagne così e chi non lo fa si perde una vera prelibatezza autunnale.

Infatti, potranno essere cucinate in modo innovativo anche seguendo alcuni trucchetti della tradizione.

Oggi si andrà a vedere una ricetta che vede le castagne protagoniste di un risotto in abbinamento con provola o caciocavallo. Infatti, a seconda dei gusti si potrà utilizzare l’uno o l’altro formaggio.

Ingredienti

  • 300 grammi riso;
  • 100 grammi castagne;
  • 60 grammi caciocavallo o provola;
  • 5 foglie di radicchio;
  • 30 grammi burro;
  • 1 litro di brodo vegetale;
  • sale, quanto basta;
  • pepe, quanto basta.

Pochi cucinano le castagne così e chi non lo fa si perde una vera prelibatezza autunnale

Prima di iniziare la preparazione si consiglia di lavare accuratamente le castagne e il radicchio sotto acqua corrente. Questo per eliminare eventuali residui di terra o di impurità.

Prendere, poi, le castagne e gettarle in una pentola dai bordi alti piena di acqua. Fare bollire il tutto per circa mezz’ora prima di scolarle. Lasciare le castagne da parte a raffreddare prima di procedere a sbucciarle.

Nel frattempo ci si potrà occupare del radicchio che andrà tritato prima di essere messo in una pentola antiaderente con una noce di burro.

In seguito aggiungere il riso che andrà fatto tostare per qualche minuto prima di aggiungere una parte di brodo vegetale. In questa fase si potrà, poi, salare e pepare a piacere.
Abbassare la fiamma e far cuocere il riso nel brodo vegetale aggiungendone quando lo si vedrà completamente assorbito.

Il riso andrà mescolato con frequenza per evitare che si carbonizzi e, soprattutto, per accertarsi della cottura.
A questo punto tornare alle castagne che andranno sbucciate, ridotte in polvere e aggiunte al riso insieme al caciocavallo o provola tagliati a pezzettini. Tenere da parte un paio di castagne intere, serviranno per la decorazione.

Una volta che il riso sarà sufficientemente morbido bisognerà toglierlo da fuoco e farlo riposare per alcuni minuti prima di servirlo.

Suddividerlo nei piatti e aggiungere come decorazione del formaggio, del radicchio e delle castagne.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te