Pochi conoscono queste semplici strategie a tavola per ridurre l’apporto di colesterolo

Per ridurre l’apporto di colesterolo è opportuno seguire una dieta. Ma se vogliamo iniziare quando siamo in vacanza, diamoci obiettivi accettabili di dimagrimento e anche di movimento. La nostra richiesta di energia comincerà comunque a ridursi. Al rientro in città potremo definire nuovi obiettivi con noi stessi e affidarci a un dietologo e a un trainer. Pochi conoscono queste semplici strategie a tavola per ridurre l’apporto di colesterolo quando siamo in vacanza. Eccole riassunte dagli Esperti di Dieta e Alimentazione di ProiezionidiBorsa.

Cambiamo orario e frequenza dei pasti

In vacanza non mangiamo all’orario dei pasti ma solo quando abbiamo fame. Ogni giorno possiamo cambiare a piacimento. Ma non mangiamo mai fino a completa sazietà. Beviamo un infuso detox dopo ogni pasto e un bicchiere d’acqua prima di iniziare. Mangiamo lentamente e facendo attenzione alle porzioni, senza pesare. Evitiamo di aprire i pasti con salatini o spuntini, anche se privi grassi. E non consumiamo bevande gassate, anche se ‘sugar free’

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Pochi conoscono queste semplici strategie a tavola per ridurre l’apporto di colesterolo

Non dobbiamo mangiare formaggio più di tre volte alla settimana. Nel caso, scegliamo quello quark o magro. Eliminiamo burro, panna dolce e acida dalle cotture. Beviamo latte di avena e yogurt di soia. Sostituiamo la maionese e i condimenti per insalata con versioni a basso contenuto di grasso. Premiamoci però, durante la giornata: con una porzione di mirtilli o qualche mandorla. E se una volta scappa un dolce o un gelato, pazienza.

Il nuovo modo di consumare la carne

Mangiamo carne rossa non più di tre volte alla settimana, utilizzando porzioni più piccole e piatti più piccoli. Togliamo la pelle e tutto il grasso visibile da carne bovina, ovina e pollame. Scegliamo solo il petto di pollo e di tacchino e i tagli magri di manzo e maiale.  Consumiamo carni bollite, stufate o cotte in forno senza grassi e non fritte. Evitiamo ragù, salumi e insaccati.

Svolgiamo una di queste attività ogni giorno

Se ci assale la pigrizia da vacanza e non vogliamo impegnarci in una attività sportiva, svolgiamo almeno una attività fisica di altro tipo. Ci porterà comunque a perdere 150 calorie di energia al giorno. Ecco quelle consigliate dal National Institute of Health and National Heart che ha il suo centro di ricerca a Bethesda nel Maryland. Possiamo lavare i pavimenti o l’auto per 45 minuti, fare 30-45 minuti di giardinaggio, spingere una carrozzina per 2,4 km. Oppure ripulire il prato dalle foglie per 40 minuti, camminare sulla spiaggia per 3,2 km in 30 minuti, spalare la neve o salire le scale per 15 minuti.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te