Poche e semplici regole per mantenere e gustare al meglio tutta la freschezza dell’uva 

Anche se l’uva è un frutto stagionale tipicamente del mese di settembre oramai la si trova disponibile praticamente tutto l’anno.

Bianca, rossa o nera e se maturata al punto giusto è buona, saporita e succosa.

È ricca di elementi nutritivi, come sali minerali, vitamine e zuccheri.

Anche se è un frutto molto zuccherino, dunque sconsigliata per chi soffre di diabete, ha calorie ridotte, un elevato potere depurativo e presenta proprietà antiossidanti.

Grazie ad uno specifico antiossidante, il resvetratolo, presente nella buccia degli acini, tiene sotto controllo il colesterolo presente nel sangue.

Per i suoi effetti benefici sul rinnovo delle cellule, l’uva è un vero e proprio concentrato di bellezza, oltre a combattere  la stipsi e rafforzare il sistema immunitario.

In Italia di uva se ne produce davvero in grandi quantità, dalle varietà più diverse come quella rossa, bianca e nera, da tavola e da vino.

La bianca è sicuramente quella più consumata su tutte le tavole.

Poche e semplici regole per mantenere e gustare al meglio tutta la freschezza dell’uva

Una volta acquistata o raccolta è necessario riuscire a conservarla nel modo migliore per mantenere freschezza e bontà più a lungo. In quanto gli zuccheri presenti nel frutto facilitano il processo di

maturazione e contribuiscono ad una veloce decomposizione dell’alimento stesso.

Sicuramente per evitare sprechi è consigliabile acquistarne un po’ per volta.

Dopo l’acquisto prima di riporla è bene controllare se ci sono acini marci, in tal caso sarà necessario eliminarli.

Lavare l’uva, magari con con acqua e bicarbonato, solo quando dovrà essere consumata e solo per la quantità che presumibilmente verrà mangiata.

L’ideale è conservarla in frigorifero avvolta da carta da giornale o in un contenitore di plastica traforato.

Il caldo è il peggior nemico dell’uva, in quanto provoca il deperimento  molto velocemente.

L’uva deve essere conservata evitando il contatto con altri alimenti dei quali potrebbe assorbirne gli odori, da preferire dunque i cassetti per frutta e verdura.

Mai congelarla, perderebbe compattezza e non sarebbe più buona.

Poche e semplici regole per mantenere e gustare al meglio tutta la freschezza dell’uva per più giorni senza perdere il suo sapore.

Approfondimento

Una cena super gustosa semplice e veloce

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te