Pizza fatta in casa e il segreto che pochi conoscono per una lievitazione perfetta

La situazione di lockdown ha costretto tutti gli italiani a stare a casa e ha reso la cucina un luogo di comunicazione tra scambio di ricette fantasiose con post e video. Tra le ricette più condivise al primo posto c’è la pizza, che conserva molti segreti. Oggi vi parleremo, infatti, della pizza fatta in casa e il segreto che pochi conoscono per una lievitazione perfetta, che permette di ottenere una pizza soffice e croccante al tempo stesso.

Pizza fatta in casa e il segreto che pochi conoscono per una lievitazione perfetta

Ci sono molti aspetti da considerare, ma il segreto di una pizza perfetta si nasconde nel procedimento di scioglimento del lievito (fresco o secco).

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Il lievito ha bisogno di essere sciolto in modo che permetta una lievitazione naturale rendendo la pizza delicata, soffice al palato e soprattutto digeribile.

Per avere una pizza fatta in casa ben lievitata, non bisogna aggiungere grosse quantità di lievito, ma andiamo per gradi.

Per una pizza fatta in casa, il segreto che pochi conoscono per una lievitazione perfetta è lo zucchero. Un semplice cucchiaino da utilizzare nello scioglimento del lievito facendo attenzione ad alcuni particolari.

Come sciogliere il lievito

Se si utilizza il lievito di birra fresco, per ottenere una buona resa, bisogna sciogliere il cubetto di 25 gr in 30 ml di liquido (acqua, latte, eccetera).

Il liquido da utilizzare deve essere tiepido, e per rendere la vostra pizza ben lievitata bisogna aggiungere un cucchiaio raso di zucchero.

Far riposare per dieci minuti il composto, il tempo necessario per permettere al lievito di attivarsi per una lievitazione veloce. Lo stesso procedimento si può utilizzare per il lievito secco.

Si consiglia di non utilizzare mai il sale nel lievito perché blocca la lievitazione, ma potrà essere inserito nella fase successiva, dopo aver aggiunto il lievito ed eseguito un primo impasto.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te