Pizza e vino si può fare? Ecco degli abbinamenti da provare!

Pizza e vino si può fare? Ecco degli abbinamenti da provare!

La pizza è senza dubbio tra le preparazioni culinarie più conosciute e consumate al mondo. L’arte tradizionale del pizzaiolo napoletano è oltretutto patrimonio culturale dell’Unesco dal 2017. Pizza margherita e varianti da sempre vengono abbinate alla classica birra, generalmente chiara e di bassa gradazione.

Nell’immaginario collettivo non c’è infatti quasi mai un abbinamento diverso, o migliore, del classico pizza e birra. Ma pensando all’alternativa pizza e vino, si può fare?

Tanti vini a disposizione per tante varianti di pizza possibili

Il tentativo va fatto, cercando di considerare l’esistenza di una moltitudine di vini diversi da apprezzare, sperimentando i vari abbinamenti possibili. Dunque non c’è che da divertirsi a sperimentare, ad assaggiare, a proporre.

In genere, il vino può essere distinto in base al vitigno di provenienza e al colore della sua bacca, nonché al tipo di vinificazione. Il vino che ne scaturisce può essere bianco, rosso o rosato. A grandi linee, da questa prima classificazione si definiscono caratteristiche generali, legate alle tre famiglie di vino possibili. I vini bianchi possono presentare una maggiore freschezza o acidità, in qualche caso avere una certa sapidità. Il loro tasso alcolometrico può variare, cosi come la struttura e la persistenza. I vini rossi hannoin più, rispetto ai bianchi, i tannini, che possono risultare più aggressivi o più morbidi al palato. Di norma risultano sempre più freschi, se più giovani. I vini rosati possono infine presentare delle caratteristiche intermedie tra i due.

Come regolarsi sugli abbinamenti

La difficoltà di abbinamento con la pizza sta nel fatto che la base della pizza è sempre uguale: farina, acqua e lievito. Tende alla dolcezza e alla morbidezza. l condimenti, invece, possono essere molto diversi tra di loro e dalla loro differente combinazione far scaturire un prodotto finale dalle più diverse caratteristiche. Si potrebbe fare una prima generalizzazione e dire che l’acidità di un vino può bilanciare la grassezza presente in una pizza. Pensiamo alla mozzarella, oppure ai formaggi, oppure anche alla pizza fritta. Si potrebbe tentare un abbinamento con un vino bianco mediamente strutturato fresco e profumato, nel primo caso. Secco e con un’acidità più spiccata nel secondo; di grande freschezza, o addirittura  con le bollicine, nel terzo caso.

Un vino rosso di media struttura, con un tannino morbido, potrebbe andare bene con una leggera acidità data dal pomodoro di una pizza rossa. In exstremis, con un condimento più importante, più aromatico, il vino in abbinamento potrebbe presentarsi più corposo, più caldo e di struttura

Pizza e vino si può fare? Ecco degli abbinamenti da provare!

Partendo dal quesito se pizza e vino si può fare, vi proponiamo qui alcuni abbinamenti particolarmente azzeccati e perfetti:

a) pizza margherita con un Verdicchio dei Castelli di Jesi;
b) pizza Vegetariana con un Cerasuolo d’Abruzzo;
c) pizza ai quattro formaggi con un Collio, ma va bene anche con un Lambrusco;
d) pizza rossa ai funghi con un Merlot;
e) pizza salsiccia e friarielli con un Primitivo.

BNP Turbo Unlimited
BNP Turbo Unlimited

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.