Pioggia di assunzioni nei concorsi per le Forze dell’Ordine previsti dalla Legge di Bilancio 2021

Dopo un 2020 in cui la macchina dei concorsi è rimasta sostanzialmente ferma per via del Covid, sembra che la musica cambierà con l’anno in corso. In particolare, in questa sede parleremo di una pioggia di assunzioni nei concorsi per le Forze dell’Ordine previsti dalla Legge di Bilancio 2021.

Il mondo dei concorsi pubblici nel 2021

A stare a quanto riportato nell’ultima Legge di Bilancio, la PA nei mesi a venire si rimpolperà di nuovo organico. Ma per ora, con il DPCM del 3 dicembre scorso, il Governo ha prorogato la sospensione dei concorsi, fino al 15 gennaio prossimo a venire.

In particolare, per la ripresa delle selezioni dal punto in cui sono stati lasciati in stand-by, bisognerà avere un’Italia tutta in zona gialla. Il che non è detto avverrà a breve, visto e considerato che diverse Regioni sono a serio rischio di finire di nuovo in zona arancione.

Scopri i vantaggi del trading con il leader nel settore
Se riesci a individuare le opportunità quando gli altri non le vedono, noi ti aiuteremo a sfruttarle nel modo migliore.

Scopri di più

Staremo a vedere come andrà a finire. Di certo, per adesso non esiste una data certa di ripartenza dei concorsi PA, ma tutto è in continuo e costante divenire. Per il momento, si spera e si confida che da febbraio o marzo prossimi scatti l’ok ma, appunto, si tratta per ora solo di una forte speranza dei concorsisti.

I nuovi concorsi militari autorizzati dalla Legge di Bilancio

Vediamo dunque le ultime assunzioni previste nelle Forze dell’Ordine che sono stati autorizzati dalla Legge di Bilancio 2021. Queste procedure si andranno a sommare  ai concorsi già iniziati e che al momento risultano in itinere. Ancora, esse si affiancheranno ai piani di assunzioni già precedentemente approvati.

Nel dettaglio è previsto un maxi reclutamento di 4.535 unità, spalmato su 5 anni, tra le varie Forze dell’Ordine. Vale a dire tra Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza. Dunque, una vera e propria pioggia di assunzioni nei concorsi per le forze dell’ordine previsti dalla Legge di Bilancio 2021 e così regolate:

a) per il 2021, 600 assunzioni straordinarie nel corpo della Guardia di Finanza e altre 200 in quello della Polizia Penitenziaria;

b) per il 2022, 300 assunzioni straordinarie nel corpo della Guardia di Finanza e altre 200 in quello della Polizia Penitenziaria;

c) passando al 2023, invece, il novero delle assunzioni straordinarie è più corposo. Nel dettaglio, ve ne saranno 300 nel corpo della Polizia di Stato, 200 nell’Arma dei Carabinieri, 510 per la Polizia Penitenziaria e infine 150 nel corpo della Guardia di Finanza;

d) le assunzioni straordinarie del 2024 vedranno 250 nuove unità nell’Arma dei Carabinieri, 200 unità tra la Polizia di Stato e il corpo della Guardia di Finanza. Il reclutamento maggiore, per il 2024, sarà nel corpo della Polizia Penitenziaria, con 510 nuove unità;

e) infine l’anno 2025: le assunzioni straordinarie assegneranno 515 unità alla Polizia Penitenziaria, 250 nell’Arma dei carabinieri. Poi ancora altri 100 assunti nel corpo della Polizia di Stato e infine 50 in quello della Guardia di Finanza.

Illustriamo questa pioggia di assunzioni nei concorsi per le Forze dell’Ordine previsti dalla Legge di Bilancio 2021

Infine, dalla Legge di Bilancio 2021 si apprendono i numeri riguardanti anche il reclutamento per i Vigili del Fuoco. È prevista l’assunzione straordinaria di un contingente massimo di 750 unità. Queste nuove assunzioni saranno ripartite tra tre scaglioni, e precisamente:

a) 250 unità non prima del 1° ottobre 2021;

b) poi altre 250 non prima del 1° ottobre 2022;

c) infine le restanti 250 non prima del 1° ottobre 2023.

Ecco dunque in estrema sintesi illustrata questa pioggia di assunzioni nei concorsi per le Forze dell’Ordine previsti dalla Legge di Bilancio 2021.

Infine, in questo articolo illustriamo qual è il miglior percorso scolastico che garantisce lavoro, carriera e successo.

Consigliati per te