Pioggia di acquisti su un titolo azionario. Vola il calcio in Borsa

Non è stata una giornata particolarmente spumeggiante in Borsa. Piazza Affari si è salvata nel finale, chiudendo in rialzo di appena lo 0,05%. In compenso c’è stata una pioggia di acquisti su un titolo azionario. Grazie alla Juventus, oggi vola il calcio in Borsa

Pioggia di acquisti su un titolo azionario. Vola il calcio in Borsa

Dopo un paio di settimane di movimento laterale, finalmente la Juve ha dato nuovi segnali di ripresa. A fare ripartire il titolo azionario, è stato l’annuncio che il 4 maggio riprenderanno gli allenamenti e il campionato sarà terminato entro l’estate. Almeno questa è l’intenzione della Federazione Gioco Calcio. Così oggi il titolo ha guadagnato oltre il 10%. Perché la notizia fa bene ai conti della società che è stata economicamente molto penalizzata dallo stop in campionato e delle coppe.

Il titolo azionario può salire di un ulteriore 25%

A febbraio, quando è iniziata la caduta, le azioni della Juve (MIL:JUVE) quotavano attorno a 1,25 euro. Il 12 marzo hanno toccato il minimo a 0,55 euro con un calo che sfiorava il 60%. C‘è stata una prima ripresa seguita però da una fase laterale tra 0,75 e 0,8 euro. Poi finalmente oggi il balzo che ha spinto la Juve a chiudere sui massimi a 0,90 euro. La continuazione del trend rialzista spingerà i prezzi al primo obiettivo di 1,14 euro, livello che permetterà all’azione di chiudere il gap aperto con la seduta del 24 febbraio. Dai livelli di chiusura di oggi sarebbe un ulteriore apprezzamento del 25%.

Per Piazza Affari seduta di attesa

In Borsa a Milano è stata una seduta piatta, in attesa, probabilmente, delle decisioni dell’Eurogruppo nell’incontro del 23 aprile. Attesa che tiene sotto pressione ancora lo spread BTP-Bund, oggi a 236, e di conseguenza il settore bancario, che oggi ha chiuso poco mosso.  Ma per l’indice delle blue chip, l’Ftse Mib, poteva andare peggio. A metà mattinata era sotto di quasi un punto percentuale, poi nel pomeriggio sono tornate un po’ di vendite e c’è stato il recupero.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te