PIL USA in calo oltre le attese, la borsa pare gradire

Scende oltre le attese il PIL USA piazzandosi a +2.2% versus +2.4% e sotto anche al precedente +2.6%.

Un dato per certi versi atteso in scia allo shutdown “trumpiano” ma che conferma che anche l’economia USA sta perdendo qualche colpo.

Gli indici americani comunque non si sono scomposti più di tanto.

Di fatto siamo tornati alla normalità: ovvero la situazione in cui dati negativi ma non troppo che alimentano le attese di aperture sul fronte monetario sono ben accolti o comunque tollerati dalla borse.

Pil USA: importanti le chiusure serali

In altri momenti un +2.2% di PIL (che in Europa ci sogniamo) sarebbe stato accolto con grande favore, ora, dopo mesi e mesi di crescita ad alta velocità, lo stesso dato rischia di fare vacillare qualche certezza.

E qui sta il punto, le chiusure di stasera del Dow Jones e dell’S&P500 saranno decisive per chiarirci se le borse vedono il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto.

Ancora di più, andranno a definirci se le borse USA si sentono protette da una FED pronta ad abbassare i tassi quanto prima.

FED di garanzia ma per ora immobile

Come abbiamo scritto stamani, per la verità, ci aspettiamo una FED che funga più da garante teorico che dinamico :https://www.proiezionidiborsa.it/wall-street-taglio-dei-tassi-2019/

Con questo si vuole dire che solo il reiterarsi di dati negativi, cui semmai si aggiungano numeri negativi dalle trimestrali ormai prossime, potrebbero portare la FED a sfoderare un taglio dei tassi di interesse nel breve termine.

Dati macroeconomici USA nel complesso discreti

Anche perché come vediamo dalla tabella riassuntiva i dati macroeconomici di giornata sono nel complesso da ritenersi discreti:

Richieste di disoccupazione continua 1.756K 1.750K 1.743K
Indice PCE dei prezzi principali (4° trim.) 1,80% 1,70% 1,70%
Profitti delle Società (Trimestrale) (4° trim.) 0,0% 3,5%
PIL (Trimestrale) (4° trim.) 2,2% 2,4% 2,6%
Indice dei prezzi PIL (Trimestrale) (4° trim.) 1,9% 1,8% 2,0%
PIL, vendite (4° trim.) 2,1% 2,3% 2,5%
Richieste iniziali di sussidi di disoccupazione 211K 220K 216K
Media delle richieste sussidio di disoccupazione di 4 settimane 217,25K 220,50K

In particolare è molto confortante il dato sulle richieste iniziali di disoccupazione che con 211k batte le attese poste a 220K e migliora anche il dato dell’ottava precedente che uscì a 216K.

In conclusione al momento propendiamo per una lettura di transizione del dato sul PIL che non dovrebbe portare la FED a mosse immediate.

Rileviamo anche che il PIL sui prezzi in crescita a +1.9% può essere un ulteriore  lieve deterrente per incentivare la FED a tagliare i tassi rapidamente…

Altri articoli di Gianluca Braguzzi

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.