È il momento giusto per acquistare azioni?
Se hai 350.000 €, ricevi aggiornamenti periodici e scarica senza spese Prospettive sul Mercato Azionario. Scopri di più >>

PIL francese: se Roma piange Parigi non ride

La Francia che pure ha ottenuto negli ultimi anni deroghe importanti , direi fondanti, per affrontare e superare la crisi globale ha oggi pubblicato i propri dati sul PIL , entrambi in linea con le attese: +0.2% trimestrale e +1.7% annuale.

Se questi sono i dati su un picco del ciclo economico di un paese fortemente favorito in ambito UE grazie alle proprie alleanze interne alla Unione che a noi sono mancate completamente, possiamo davvero dire che se Roma piange Parigi non ride.

Anche perché l’elemento fondante del PIL sono  state le importazioni, quindi lo specchio di una disponibilità alla spesa ma non certo un dato in grado di proiettare dinamiche di ciclo economico favorevoli.

Non a caso questa analisi è ulteriormente convalidata dalla seconda tornata di dati transalpini:

Indice PMI manifatturiero francesi (Set)   52,5 53,3 53,5
Indice PMI Markit composito francese (Set)   53,6 54,7 54,9
Indice dei direttori agli acquisti del settore terziario francese (Set)   54,3 55,2 55,4

 

PIL francese: se Roma piange Parigi non ride ultima modifica: 2018-09-21T10:02:01+00:00 da Gianluca Braguzzi

Trova il tuo broker

XTB
Tickmill
XM
Ava Trade

Le Fonti TV
Segui Le Fonti TV su Facebook

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.