Pignoramento del conto corrente: come sbloccarlo

Pignoramento del conto corrente: come sbloccarlo.

Da quando il pignoramento del conto corrente è diventato sempre più rapido e diretto sono aumentati i conti correnti bloccati.

Capita ormai di frequente che l’Ufficiale Giudiziario notifichi alla banca o alla posta un atto di pignoramento bloccando così il conto corrente del debitore.

Crowfunding immobiliare: ROI operazione 11,25%, ROI ANNUO 9,00%! - Scopri di più »

Il debitore non potrà, finchè bloccato, utilizzare il conto corrente.

Cos’è il pignoramento del conto corrente

Il pignoramento del conto corrente è un rischio in cui incorre chi non paga i propri i debiti.

Giuridicamente è una forma di pignoramento presso terzi attuata al fine di recuperare un credito.

Pignoramento del conto corrente: come sbloccarlo

Per poter sbloccare un conto corrente occorre prima di tutto capire il motivo per il quale quel conto sia stato bloccato.

I motivi che portano a bloccare un conto corrente sono diversi ma tra questi, come anticipato, c’è anche il pignoramento.

Le modalità per sbloccare un conto corrente pignorato cambiano a seconda del tipo di debito.

Debiti  fiscali causati dal mancato pagamento di cartelle esattoriali dell’Agenzia delle Entrate – Riscossione.

Oppure debiti tra privati oppure tra aziende e cittadini. Debiti di un lavoratore dipendente o di un autonomo.

Insomma, le procedure per sbloccare il conto corrente cambiano a seconda del soggetto che abbia eseguito il pignoramento nonché del soggetto pignorato.

Come sbloccare il conto pignorato dall’Agenzia delle Entrate

In questo articolo spiegheremo come sbloccare il conto corrente pignorato dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione.

Se il pignoramento mira a recuperare dei crediti fiscali ed è partito dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione le strade da percorrere per sbloccare il conto sono due:

1)la prima strada percorribile, è quella di pagare nel temine di 60 giorni dalla notifica dell’atto di pignoramento tutto il debito dovuto all’Agente della Riscossione

2)la seconda è quella di presentare un’istanza di rateazione e versare la prima rata subito dopo l’accettazione da parte dello stesso Agente della Riscossione.

Qualora il debitore non dovesse procedere né in un modo né nell’altro, al 61esimo giorno, la banca storna le somme pignorate sul conto del debitore.

Quest’ultimo non potrà più opporsi all’esecuzione forzata.

Approfondimento

L’unico caso in cui la pensione di reversibilità non può essere pignorata

Bridge Asset
Bridge Asset

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.