Piazza Affari e il peggior titolo del 2 Agosto: Ferrari

Ai dati trimestrali della Ferrari abbiamo già dato ampio spazio in un altro articolo (Ferrari scende con gli utili: la corsa è finita?).

La domanda cui vogliamo rispondere con questo articolo è: la brusca frenata odierna ha compromesso l’impostazione rialzista del titolo?

La risposta è NO.

Vale, infatti, ancora quanto scritto dopo la chiusura di ieri (Piazza Affari e il miglior titolo del 1 Agosto: Ferrari)

Alla chiusura del 26 Luglio scrivevamo (Piazza Affari e il miglior titolo del 26 Luglio: Ferrari)

In una giornata in cui il titolo guadagna oltre il 4% non possiamo che ribadire quanto scritto alla chiusura di settimana scorsa (Piazza Affari e il miglior titolo della settimana: Ferrari)

Tuttavia non sono tutte rose e fiori. La chiusura di venerdì 21 Luglio, infatti, è stata inferiore all’importantissima resistenza in area 85.7€ dopo aver tentato di romperlo al rialzo. A questo punto o lunedì si continua al rialzo rompendo la resistenza oppure si ritraccia  con obiettivo in area 77€. Questo livello è di vitale importanza per evitare ulteriori affondi in area 67€.

Nel caso in cui si continuasse al rialzo il II° obiettivo naturale al rialzo si trova in area 95€ (ndr sul settimanale)

Tutto, quindi, procede come da copione. Prossima fermata in area 95€.

Solo chiusure giornaliere inferiori a 85.7€ metterebbero in crisi lo scenario rialzista.

Niente da aggiungere se non che la seduta del 1 Agosto ha confermato la salita verso il II° obiettivo naturale che sul time frame giornaliero si trova in area 98€.

blank

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te