Piazza Affari e il miglior titolo del 27 Luglio: Moncler

Fonte MilanoFinanza

Il titolo Moncler  festeggia a Piazza Affari (+3,71% a 22,08 euro) un primo semestre sopra le attese anche se in un periodo di bassa stagionalità. La società, in sintesi, ha chiuso il periodo riportando un utile netto in crescita del 25% a 41,8 milioni di euro (43 milioni la stima del consenso) e ricavi in progresso del 17% a cambi costanti a 407,6 milioni (consenso 401 milioni). L’ebitda adjusted è aumentato a 97 milioni (78,3 milioni nel primo semestre 2016, consenso 43 milioni) con un’incidenza sui ricavi che si è attestata al 23,8% e l’ebit adjusted è salito a 73,3 milioni con un margine del 18%. A fine periodo la cassa netta è stata pari a 130,2 milioni di euro contro un indebitamento netto al 30 giugno 2016 di 84,9 milioni.

Alla base della crescita del 17% del fatturato, hanno osservato gli analisti di Equita, c’è il retail (+21% anno su anno), principalmente per le vendite a parità di perimetro e a cambi costanti (SSSg) che hanno segnato un +14% nel semestre contro il +8% atteso, in accelerazione anche nel secondo trimestre, trainato dalla maglieria. Invece, l’ebitda è risultato superiore alle stime grazie al margine lordo (+150 contro +50 attesi).

Anche la cassa è risultata migliore del previsto “non solo per 41 milioni di cash-in da stock-option che non avevamo incluso, ma anche per il capitale circolante netto, grazie soprattutto al magazzino”, precisano gli analisti della sim. La società ha sottolineato la bassa stagionalità del primo semestre e il più difficile confronto sul secondo semestre (SSSg +8% nel secondo semestre 2016 rispetto al +5% dei primi sei mesi del 2016), ma il management è apparso soddisfatto per questo primo semestre, per i primi segnali delle vendite autunno/inverno e gli ordini primavera/estate 2018 quasi completati.

Mentre continua speditamente l’execution dei vari progetti di crescita in atto. “Confermiamo la stima di fatturato 2017, solo limata dell’1% per il cambio, ora più visibile, e alziamo dell’1% l’ebitda, del 2% sopra la stima del consenso, grazie al margine lordo, compensato a livello di utile da maggiori ammortamenti e accantonamenti. Si conferma il forte momentum e la qualità dell’equity story di Moncler  nonché la crescita visibile e superiore a quella dei competitor con un +17% dell’utile per azione 2017 rispetto a un +13% medio e un +13% dell’eps 2018-2019 rispetto a un +10/11% medio. Il target price sul titolo resta invariato a 25,8 euro”, concludono a Equita, “e il rating a buy”.

Target price che, invece, stamani Goldman Sachs ha alzato da 25 a 25,6 euro (rating buy), sottolineando in un report dal titolo “L’estate è il nuovo inverno” come i ricavi nel secondo trimestre, un periodo tradizionalmente meno rilevante per il gruppo noto per l’abbigliamento invernale, abbiano battuto le sue attese e quelle del consenso. Da qui la revisione al rialzo delle stime 2017-2018 e di riflesso del target price. Anche Bryan Garnier ha alzato il fair value su Moncler  da 23,5 a 24 euro (rating buy), mentre Banca Imi lo ha messo in revisione (rating hold).

E se Citigroup (rating buy e target price a 24,5 euro), come riporta l’agenzia Mf-Dow Jones, ritiene che le previsioni del consenso per l’intero esercizio 2017 (ricavi a 1,182 miliardi di euro, ebitda a 392,9 milioni e utile netto adjusted a 235 milioni) abbiano sempre maggior visibilità, Kepler Cheuvreux (rating buy e target price a 26 euro) parla di “una sorpresa dopo l’altra” e di un semestre “eccellente”. Tanto che Banca Akros (rating buy e target price a 25 euro) si aspetta un altro anno “record”, anche se il secondo semestre 2016 rappresenta una base di confronto molto difficile. Insomma, per gli analisti di Deutsche Bank  (rating buy e target price a 23 euro), citati dall’agenzia Mf-Dow Jones, “non ci sono più le mezze stagioni”. E’ comunque Societe Generale  ad avere il target price più alto: vede Moncler  a 27 euro e naturalmente ha un rating buy.


Analisi di Proiezionidiborsa

Sul titolo è in corso una proiezione rialzista che con l’exploit del 27 Luglio ha polverizzato il I° obiettivo naturale in area 21.9€ e adesso è lanciata verso il II° obiettivo naturale in area 23.5€. La massima estensione prevista per il rialzo in corso si trova in area 25€.

I ribassisti potrebbero prendere sopravvento con chiusure giornaliere inferiori a 21.9€.

blank

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te