Piazza Affari e il miglior titolo del 11 Novembre: UBI Banca

Fonte La Stampa Finanza

UBI Banca (+8,32%) balza in avanti in scia ai dati del terzo trimestre. L’utile netto si è attestato a 32,5 milioni di euro, -13,5% a/a, sopra i 26 milioni del Consensus. Notizie positive anche dalle rettifiche di valore nette per deterioramento crediti che sono scese a 167,4 milioni, -0,7% a/a e crollate rispetto al miliardo del trim2. Il ratio patrimoniale CET1 fully loaded a 30 settembre migliora all’11,28% dall’11,02% di fine giugno, senza considerare il beneficio del riacquisto delle minorities e la deducibilità fiscale su rettifiche stimato a 70 pb.


Analisi di Proiezionidiborsa

L’exploit odierno non cambia, per il momento, lo scenario di medio termine.

Il titolo viene da una discesa, partita da area 7.1, di oltre il 70% e il suo approdo naturale sarebbe in area 1.04.

Oggi, però, abbiamo avuto un segnale rialzista del TC2 che se confermato potrebbe spingere il titolo al rialzo. Affinché ciò avvenga sarebbe necessario anche la rottura del livello spartiacque. In tal caso il rialzo potrebbe proseguire fino in area 3.23 dove si giocherebbero le sorti di medio periodo.

ubi-banca

 

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te