Piazza Affari fatica ma gli operatori comprano a mani basse quest’azione da record

La Borsa di Milano in questo momento non è nel complesso un mercato attraente per gli investitori professionali. Significa che gli acquisti sul nostro mercato non sono diffusi, ma selezionati. I grandi investitori puntano su pochi titoli che ritengono interessanti e li accumulano nei loro portafogli con l’obiettivo di mantenere queste azioni a lungo.

Un piccolo risparmiatore che investisse sul mercato dovrebbe adottare la stessa strategia e imitare i grandi fondi, puntando sugli stessi titoli. Ecco che diventa necessario capire quali azioni sono le più comprate. Da qualche tempo Piazza Affari fatica ma gli operatori comprano a mani basse quest’azione da record, Stellantis. Il titolo da molto tempo gode dell’attenzione degli investitori professionali e il suo prezzo è vicinissimo al massimo storico. Da due sedute Stellantis è tra le migliori del paniere del Ftse Mib, con rialzi di rilievo.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Piazza Affari fatica ma gli operatori comprano a mani basse quest’azione da record

La Borsa di Milano ieri ha chiuso la giornata con un piccolo apprezzamento. Il Ftse Mib ha chiuso in rialzo dello 0,5% e i prezzi hanno finito sotto a 25.490 punti. Come abbiamo scritto in un precedente articolo, con Wall Street da record Piazza Affari può risalire e mettere il turbo. La condizione necessaria è che riesca a superare i 26.000 punti. Per raggiungere quest’obiettivo entro la settimana, ieri il Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) avrebbe dovuto chiudere sopra i 25.600 punti.

Se Piazza Affari prima illude e poi delude, invece Stellantis regala gioie a ripetizione ai suoi azionisti. Ieri l’azione ha chiuso a 17,45 euro, a ridosso del massimo storico. Il titolo è in rialzo da aprile del 2020. A fine marzo dello scorso anno toccò un minimo a 4,4 euro e da allora i prezzi hanno guadagnato quasi il 300%. Un rialzo da titolo tecnologico.

Il superamento dei 17,6 euro, spingerà i prezzi verso i 18 euro e successivamente a 20 euro. Ma attenzione ai ribassi. Il 3 agosto il titolo ha lasciato aperto un gap rialzista che potrebbe venire chiuso nelle prossime sedute. Quindi attenzione a discese sotto i 17 euro che riporteranno i prezzi a 16,5 euro.

Approfondimento

Il punto sui mercati

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te