Piazza Affari è stata tenuta a galla da questi titoli che adesso promettono di correre

Quello che è accaduto oggi in Borsa a Milano ci può aiutare a capire cosa può accadere nelle prossime sedute. Il listino milanese ha vissuto una nuova giornata da ottovolante.

Dopo un avvio in deciso rialzo, i prezzi hanno iniziato a scendere. Nel pomeriggio il ribasso ha accelerato in prossimità dell’apertura della Borsa USA.

Ma in finale i prezzi hanno rimbalzato e limitato i danni, grazie al rialzo dei titoli bancari. Piazza Affari è stata tenuta a galla da questi titoli che adesso promettono di correre.

Giornata sull’ottovolante per la Borsa italiana

Seduta da brivido in Piazza Affari. La Borsa di Milano parte bene, poi innesta la retromarcia e inizia a scendere.

Un calo che diventa preoccupante dopo le 15:00, quando apre Wall Street. L’indice della Borsa italiana sfonda il supporto a 23.000 punti e scende fino a 22.800 punti.

Per fortuna questo secondo supporto regge e riesce a respingere nel finale i prezzi. Al termine della seduta il listino milanese limita i danni. In chiusura l’indice Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB), chiude in calo, ma solo dello 0,16%. Ma ciò che più conta è la chiusura sopra la soglia simbolo dei 23.000 punti, a 23.046 punti.

Gli spunti interessanti di seduta

Sono due gli spunti interessanti di questa seduta, uno negativo e uno positivo.

Partiamo da quello negativo. La Borsa italiana è stata l’unica a chiudere in negativo. Il resto delle Piazze europee ha terminato in terreno positivo, anche se di poco.

L’aspetto positivo riguarda i bancari. Le azioni dei principali istituti di credito quotati, hanno registrato i rialzi maggiori tra le blue chip della giornata. Unicredit è stata la migliore con un rialzo dello del 2,5%, terminando sopra la resistenza dei 9 euro. Intesa ha chiuso con un guadagno del 2,2% a 2,2 euro. Banco BPM ha guadagnato l’1,9%.

Attenzione al ritorno d’interesse sui bancari

Piazza Affari è stata tenuta a galla da questi titoli che adesso promettono di correre. E promettono di far correre anche la Borsa di Milano.

Infatti, più volte avevamo indicato da queste colonne come una fase rialzista del nostro listino dovesse coincidere necessariamente con un rialzo corale dei titoli bancari. La giornata di oggi suggerisce che probabilmente questo rialzo è cominciato e che gli investitori internazionali stanno iniziando a comprare i nostri titoli bancari.

Approfondimento

Questa l’analisi multidays e il punto sui mercati internazionali dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te