Piazza Affari è in rampa di lancio ma questo evento ha fermato il conto alla rovescia

L’ultima seduta della settimana si chiude con una certezza. La Borsa di Milano è pronta per il record dell’anno. Oggi il nostro listino ha dato dimostrazione di essere in grado di ritoccare il massimo annuale, anche se dovremo aspettare la prossima settimana. Peccato che Wall Street abbia rovinato la festa alla Borsa di Milano. Piazza Affari è in rampa di lancio ma questo evento ha fermato il conto alla rovescia.

Il nostro listino chiude la settimana con un rialzo anche se con molto rammarico. Infatti i prezzi hanno mancato l’aggancio al record annuale per appena 5 punti. La Borsa USA ha frenato nel finale Piazza Affari e le Borse europee. L’avvio debole dell’indice Nasdaq e il calo di alcuni importati titoli tecnologici, come Facebook e Snapchat, hanno fatto ripiegare i prezzi dei listini.

Al termine della seduta le principali Piazze azionarie del Vecchio Continente hanno chiuso tutte in rialzo, ma potevano terminare con guadagni maggiori. L’indice Euro Stoxx ha chiuso in guadagno dello 0,8%, la Borsa tedesca è salita dello 0,4%. Parigi ha chiuso in rialzo dello 0,7% e Londra ha guadagnato lo 0,4%.

Piazza Affari è in rampa di lancio ma questo evento ha fermato il conto alla rovescia

Piazza Affari è stata la peggiore pur con un risultato positivo. Al termine della seduta l’indice maggiore della Borsa di Milano, il Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB), ha terminato in guadagno dello 0,2% a 26.571 punti. Ma i prezzi hanno realizzato il massimo della giornata a 26.682 punti, a 5 punti dal record dell’anno. La Borsa di Milano è partita bene ed è salita per tutta la mattinata. Poco dopo l’ora di pranzo i prezzi hanno toccato il massimo della seduta ad un soffio dal record annuale, poi hanno invertito il trend.

Probabilmente le prime notizie di un avvio debole della Borsa USA, in particolare del Nasdaq, hanno condizionato gli operatori. Questi hanno preferito alleggerire il portafoglio e vendere le posizioni più a rischio evitando di rimanere esposti nel fine settimana. Buona parte delle vendite è quasi certamente arrivata dai trader che hanno monetizzato i guadagni della giornata di ieri o della mattinata di oggi.

I mercati non temono più la pandemia

Quella di oggi rimane comunque una giornata che offre spunti ottimistici. La chiusura in rialzo nell’ultima seduta della settimana, mostra una certa forza della nostra Borsa e un clima positivo sul mercato azionario europeo. I mercati neanche oggi si sono fatti condizionare dalla nuova impennata di contagiati da Covid-19. In Russia la pandemia è arrivata a picchiare duro, con oltre 1.000 morti al giorno. In Gran Bretagna la situazione negli ospedali è diventata critica. Anche in Belgio c’è una recrudescenza della pandemia.

Russia e Gran Bretagna sono i due Paesi in Europa che più hanno preso sottogamba il rischio di un’impennata dei contagi con l’arrivo dei primi freddi. Non a caso la crescita si è verificata solo qui e non nel resto d’Europa. Quindi i mercati non temono un nuovo blocco generalizzato delle attività in Europa come lo scorso anno.

Approfondimento

Il punto sui mercati

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te