Piazza Affari condizionata da un particolare fenomeno che investe alcuni titoli azionari

Piazza Affari condizionata da un particolare fenomeno che investe alcuni titoli azionari.

Ancora uno stop per Piazza Affari, in una giornata partita bene, ma che poi si è trasformata in negativa. Ancora una volta sul listino milanese sono mancati gli spunti positivi, quelli che spingono gli acquisti. Mentre sono affiorati alcuni spunti negativi, che alla fine hanno fatto chiudere la Borsa in rosso. Anche se di poco. Infatti, si rileva una cosa curiosa in Piazza Affari, condizionata da un particolare fenomeno che investe alcuni titoli azionari. Vediamo di cosa si tratta.

Come si evolverà il mercato nei prossimi mesi?
Per chi ha un portafoglio di 350.000 €: ricevi questa guida e gli aggiornamenti periodici.

Scopri di più

Piazza Affari condizionata da un particolare fenomeno che investe alcuni titoli azionari

La giornata sul listino milanese era cominciata bene. L’indice Ftse Mib (INDEX-FTSEMIB) è partito in rialzo e i prezzi sono cresciuti per tutta la mattinata, fino ad arrivare quasi a 20.200 punti.  Ma a metà giornata la spinta rialzista ha perduto forza e l’indice ha iniziato progressivamente a scendere.  A pesare negativamente sono stati i soliti bancari, a cui si sono aggiunti i titoli petroliferi, in scia alla debolezza del prezzo del petrolio. Al termine della seduta l’indice delle blue chips ha perso lo 0,5%.

In un mercato in cui i controvalori sono ai minimi e i volumi sono ridottissimi, i day trader hanno campo libero. E così si verifica una situazione particolare. Al mattino comprano i titoli e al pomeriggio li vendono e si mettono al ribasso. E questo viene fatto in particolare sui titoli bancari e su quelli dell’energia. Nella seduta successiva la storia ricomincia.

Questo particolare fenomeno porta i prezzi dell’indice delle blue chip a disegnare un arco. In avvio di seduta i prezzi iniziano a salire fino a metà mattinata e poi cominciano a scendere.

Poligrafica SF e IVS svettano con rialzi importanti

Oggi l’indice Ftse Mib si è fermato ancora una volta a ridosso della soglia dei 19.900 punti, chiudendo appena sotto. Livello che adesso sta diventando un supporto intraday molto importante. Il suo cedimento potrebbe fare accelerare al ribasso i prezzi dell’Ftse Mib.

Tra i titoli azionari c’è da segnalare il rialzo di IVS Group con un guadagno del 16%. L’azione è stata oggetto di recente studio degli analisti di ProiezionidiBorsa. Da segnalare anche il rialzo dei prezzi di Poligrafica San Faustino. Il titolo è rimbalzato sul supporto di 5,4 euro ed ha chiuso a 5,7 euro. Il superamento di questo livello può portare il titolo fino a 6 euro. Al contrario un ritorno sotto 5,4 euro potrebbe spingere i prezzi fino al minimo di 5,2 euro.

Approfondimento

Per conoscere l’analisi multidays e il punto sui mercati internazionali dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa, clicca qui.

Bridge Asset
Bridge Asset

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.