Petrolio: l’incertezza prevale nel breve, ma una svolta è vicina. Nel lungo tutto procede come da attese

Se nel lungo periodo le attese per il petrolio sono chiare e ben definite (Le cause cicliche, economiche e le prospettive che porteranno ad un crollo del petrolio), nel breve periodo la situazione è molto complicata.

Da un lato abbiamo una proiezione rialzista (linea tratteggiata) che dopo aver raggiunto il suo I° obiettivo naturale ha ripiegato verso il primo supporto utile in aera $47.29. Ad un certo punto sembrava anche aver rotto con decisione questo livello, ma le ultime due sedute della settimana hanno visto un pronto recupero delle quotazioni che hanno chiuso a $47.29!

D’altra parte, complice anche l’inversione ribassista del TC2plus, è attiva una proiezione ribassista (linea continua) che ha come I° obiettivo naturale area $40.41. Tuttavia affinché il ribasso prenda forza è necessaria la rottura del supporto in area $46.72. Anche in questo caso le quotazioni hanno oscillato intorno a questo livello senza, però, prendere con decisione una direzione.

Settimana prossima, quindi, i livelli chiave da monitorare sono $46.72 e $47.29.

blank

 

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te