Petrolio in rialzo. Le azioni da comprare

Con l’attacco degli Stati Uniti in Iraq il petrolio è in rialzo. Queste le azioni da comprare.

Petrolio in rialzo. Le azioni da comprare

Dopo un’apertura d’anno che aveva fatto sperare per il meglio, oggi i mercati sono tutti in crollo. Alle 12, ad esempio, Piazza Affari perde l’1,24%. Saipem, Eni e Tenaris occupano il podio delle migliori azioni sul mercato italiano. Questo perché, a causa delle ultime vicissitudini geopolitiche, il settore energetico ha registrato un immediato rialzo delle quotazioni.

Calcolatore del reddito da investimenti
Calcola in soli 60 secondi quali dovrebbero essere i tuoi risparmi per affrontare una pensione confortevole. Se hai 350.000 € da investire, accedi al Calcolatore del reddito da investimenti e agli aggiornamenti periodici

Scopri di più

Cosa sta succedendo

Come detto il petrolio è in rialzo. Ma cosa sta succedendo?

In poche parole i fatti. Il presidente americano Donald Trump ha autorizzato ieri sera un attacco a Baghdad contro il generale iraniano Qassem Soleiman. Il Capo delle Guardie rivoluzionarie iraniane, era infatti visto come il responsabile dell’organizzazione delle manifestazioni degenerate poi nell’assalto all’ambasciata americana in Iraq.

Le quotazioni

Immediato l’aumento delle quotazioni del petrolio sui listini asiatici che arriva ai massimi da 4 mesi. Il Brent sfiora i 70 dollari al barile mentre il WTI lambisce i 64. Contemporaneamente si sono indeboliti i mercati azionari europei e i futures statunitensi sono in calo. Una tensione confermata anche dall’aumento dello Yen giapponese e del Franco svizzero, considerati sempre beni rifugio e comprati nei momenti di difficoltà e tensioni internazionali.

Le  previsioni degli analisti

Il petrolio, secondo le previsioni degli analisti, potrebbe restare sotto pressione ancora per diverso tempo. Questa l’idea degli esperti di Mediobanca che sottolineano i timori per eventuali ritorsioni iraniane sullo Stretto di Hormuz, hub mondiale che coinvolge il 20% del transito di greggio a livello internazionale. In tempi non sospetti e per altri motivi, Merrill Lynch aveva consigliato, tra le sue top pick per il 2020 un gigante del settore, Exxon Mobil Corp. In quel caso a favorire il Buy della Banca Usa fu non solo il dividend yield di circa il 5% ma anche le attività a valle. Queste ultime, infatti, avrebbero potuto trarre beneficio dal nuovo regolamento IMO 2020.

Consigliati per te