Percorso previsionale fino al 2020 dei mercati azionari

2014

 

Siamo alla settimana numero 22 dell’anno 2014, e come da nostro frattale previsionale, non ravvisiamo ancora la probabilità, per una correzione dei mercati internazionali, superiore al 10%.

In questo primo scorcio dell’anno, la lateralità come previsto, è stata la principale caratteristica :

1/2 giorni direzionali, seguiti da moltissimi giorni di stagnazione.

A che punto sono i mercati? E’ credibile che entro un paio di mesi (settimana numero 28 come da nostro frattale previsionale), possa iniziare una correzione?

Quale consiglio dare a chi è investito Long?

Quale consiglio dare, a chi è ancora fuori dai mercati?

Procediamo per gradi.

Il trend primario come definito dalla Media Maestra, è Long ed è tale da almeno 2/3 anni. Al momento, però si incominciano a segnalare delle divergenze , che non significa variazione del trend, ma possibilità di assistere ad “uno smaltimento degli eccessi”, “ricaricare le pile” prima di nuovi ambiziosi rialzi.

Facciamo parlare i numeri.

Dal punto di vista dei fondamenti e considerando le dinamiche storiche dei tassi di interessi ed il rapporto storico prezz0/utile, allo stato attuale, i mercati sono ben lontani da areee di sopravvalutazione.

Dal punto di vistra grafico.

Future Ftse Mib

In questo momento le quotazioni sono a ridosso dei 21.500, mentre il punto di equilibrio è in area 19.000. Nelle ultime settimane, il mercato si è avvicinato a quest’area.

Future Dax

In questo momento le quotazioni sono a ridosso dei 9.900, mentre il punto di equilibrio è in area 9.300. Nelle ultime settimane, il mercato si è avvicinato a quest’area.

Future Eurostoxx

In questo momento le quotazioni sono a ridosso dei 3.230, mentre il punto di equilibrio è in area 3.000. Nelle ultime settimane, il mercato si è avvicinato a quest’area.

S&P 500

In questo momento le quotazioni sono a ridosso dei 1.900, mentre il punto di equilibrio è in area 1.800. Nelle ultime settimane, il mercato si è avvicinato a quest’area.

Dal punto di vista grafico, nel lungo termine non si ravvisano eccessi, e quindi pericoli tali, da lasciar pensare ad un ritracciamento superiore al 5%.

Cosa arguire da questi dati?

Il cammino di lungo termine dei mercati, non è ancora terminato, anzi si è solo agli inizi.

Attendiamo come da nostre previsioni, ancora almeno 3 anni di ulteriori forti rialzi.

mappa

 

Questi rialzi, come da nostra mappa, fino al 2020, saranno intervallati da ritracciamenti e correzioni.

Consiglio: per chi è Long, Mantenere

Per chi non è ancora entrato nei mercati, i livelli di minimo recenti ,  sono stati un buon punto di ingresso, come lo saranno gli eventuali minimi, che dovremmo toccare fra Agosto ed Ottobre 2014.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te