Perché usare WhatsApp e Telegram e quale dei due sarebbe considerato il migliore per la privacy e per la sicurezza

Tra i servizi di messaggistica istantanea, WhatsApp e Telegram spiccano per essere tra i più utilizzati a livello globale. Entrambi i prodotti sono gratuiti, con WhatsApp che per la prima volta è apparso nel 2009, mentre Telegram è stato lanciato qualche anno dopo. Precisamente, nel mese di agosto del 2013.

Questa differenza di quattro anni ha portato prima WhatsApp ad affermarsi come il servizio di messaggistica istantanea più utilizzato al Mondo. Telegram, però, negli ultimi anni ha rosicchiato quote di mercato alla WhatsApp LLC che è una società controllata dalla Meta Platforms, Inc. Vediamo allora, nel dettaglio, come e perché in questi ultimi anni Telegram è cresciuto fino a superare nel 2021 la quota di mezzo miliardo di utenti attivi.

Perché usare WhatsApp e Telegram e quale dei due sarebbe considerato il migliore per la privacy e per la sicurezza

Riportiamo nei prossimi paragrafi quello che si legge in rete e in alcuni forum, precisando che le opinioni riportate non sono nè personali e nè della società che edita questa Testata giornalistica.

Nel dettaglio, i due servizi di messaggistica istantanea WhatsApp e Telegram hanno davvero molte cose in comune. A partire dalla possibilità di chattare e di videochiamare con i propri contatti. Ma ci sono pure delle funzionalità che sono diverse e che gli utenti apprezzano al punto da averli entrambi.

Questa è infatti la risposta sul perché usare WhatsApp e Telegram. Quest’ultimo sarebbe un servizio migliore, rispetto a WhatsApp, per l’accesso alle notizie grazie ai canali. Ci sarebbero inoltre delle differenze sostanziali tra WhatsApp e Telegram per quel che riguarda le società che ci stanno dietro. Questo perché WhatsApp è di proprietà di una società che è quotata in Borsa a Wall Street, appunto la Meta Platforms, Inc.

Mentre dietro a Telegram c’è la società società Telegram LLC che, per il software di messaggistica istantanea, dichiara di non avere degli scopi di lucro. Questo, in termini di percezione sulla privacy, e anche sulla sicurezza, potrebbe fare la differenza per l’utente. Vediamo allora come nel dettaglio.

Quale dei due servizi di messaggistica istantanea sarebbe più sicuro?

Tra WhatsApp e Telegram su quale sia più sicuro il dibattito è aperto. Quel che è certo è che negli ultimi anni la crescita degli utenti di Telegram sarebbe avvenuta in base alla percezione di una maggiore privacy. Proprio da parte di Telegram rispetto a WhatsApp che, seppur sia gratuito, ha dietro una società orientata al profitto. Così come c’è chi preferirebbe l’uso di Telegram a WhatsApp in quanto tutti i clienti ufficiali di Telegram rientrano nel software libero.

Approfondimento

Ecco come bloccare spam e inviti a gruppi fastidiosi con queste funzioni WhatsApp che pochissimi conoscono

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te