Perchè scegliere un coniglio nano come animale da compagnia può rivelarsi sorprendente

A volte la scelta di un animale domestico adatto alle esigenze della famiglia può non essere semplice. Non si può pensare di prendere un cucciolo di animale spinti da sola curiosità o desiderio. Bisogna pensare bene a quali caratteristiche delle varie specie si sposano con quelle della casa e dei componenti della famiglia.

Oltre al cane e al gatto, il coniglio nano è uno degli animali domestici preferiti da tenere in casa. È chiaro che, oltre alla dolcezza del piccolo “lagomorfo”, ci sono molte altre ragioni per scegliere un coniglietto. Ecco quindi perché scegliere un coniglio nano come animale da compagnia può rivelarsi sorprendente.

Cosa bisogna sapere

Il coniglio nano, proprio per le dimensioni ridotte rispetto al normale coniglio, è una specie perfetta da tenere in appartamento. Tuttavia è bene conoscere quali sono le sue abitudini e le sue necessità prima di procedere all’acquisto.

Le sue dimensioni, il pelo morbido e lanoso, il suo musetto simpatico, possono indurre a vederlo come un peluche. La verità è che il coniglietto mostra dei bisogni legati non solo alla sua specie, ma anche al suo carattere.

Per prima cosa, l’ossatura minuta e fragile, rende il coniglio nano un animale delicato. Non ama essere strapazzato né tantomeno ama i rumori forti e la confusione. Quindi, la presenza di bambini troppo piccoli per capire come giocare con lui potrebbe non essere consigliata.

Per il coniglio nano cadere anche solo da 50cm di altezza può provocare fratture importanti. Quindi i bambini dovranno essere educati a essere cauti, delicati e rispettosi. Anche avere un altro animale, come un cane o un gatto, potrebbe non essere adatto. Questi dovranno essere educati a lasciar in pace il piccolo animale, giocare con lui tranquillamente e non dargli la caccia.

Perché scegliere un coniglio nano come animale da compagnia può rivelarsi sorprendente?

Il coniglio nano è un grande amante della compagnia. Gioisce della socializzazione con uomini e altri animali e ama muoversi e correre. Per questo non si può pensare di tenerlo rilegato tutto il giorno in una gabbietta.

Può essere lasciato gironzolare in casa, ma solo dopo aver messo al riparo fili della luce esposti o altri oggetti che potrebbero cadere sotto i suoi denti. Il coniglio nano è infatti un animale per natura curioso.

Per ciò che riguarda l’alimentazione, essa deve essere specifica e integrare il cibo secco dedicato con verdura e frutta fresca (finocchi, sedano, mele). Non sarà difficile soddisfarlo con piccoli premi golosi presi dal frigorifero di casa ma completamente naturali. In ogni caso, il coniglio nano non richiede chissà quali cure particolari. In più è un animale molto pulito. Ecco le prime motivazioni del perché scegliere un coniglio nano come animale da compagnia può rivelarsi sorprendente.

La bellezza di avere come compagno un coniglietto nano sta nel poter scoprire in lui un vero amico. Con calma e costanza si riesce a creare un rapporto di fiducia con lui, giocare, divertirsi a rincorrersi o insegnargli dei trucchi. Tra le razze maggiormente diffuse ci sono il Polacco (tutto bianco), l’Angora nano (pelo lungo), l’Ariete nano (orecchie lunghe e cadenti), il testa di leone (lunga criniera).

Approfondimento

Gli animali domestici più strani ed esotici che al giorno d’oggi si possono tenere in casa

Consigliati per te