Perché questo usatissimo alimento diventa blu e che rischi ci sono per la nostra salute

La corretta conservazione del cibo è fondamentale se vogliamo preservarne i valori nutritivi e scongiurare intossicazioni o problematiche correlate. Per conservare nel migliore dei modi un alimento è bene conoscerne la composizione organica, per sapere come reagisce a contatto con altri elementi. Così saremo in grado di distinguere i segni del deterioramento da altre innocue alterazioni chimiche.

Nell’articolo di oggi ci focalizzeremo su un protagonista assoluto delle nostre cucine, che ha una caratteristica davvero particolare. Capiremo perché questo usatissimo alimento diventa blu e che rischi ci sono per la nostra salute.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Perché gli alimenti blu sono banditi dalle cucine

Per leggi di natura, il colore blu non è associato al cibo. Anzi, quando vediamo nel piatto qualcosa che tende al blu siamo istintivamente portati alla diffidenza. Nei grandi ristoranti vige addirittura una legge non scritta che sconsiglia l’utilizzo delle pietanze blu, per non indisporre il cliente.

È dimostrato, per esempio, che molti consumatori non mangiano il gorgonzola a causa della tonalità bluastra tipica delle sue muffe. Eppure, oltre a renderlo buonissimo, la muffa del gorgonzola è un elemento naturale e del tutto innocuo per l’organismo.

Allo stesso modo, c’è un alimento che in seguito a particolari reazioni chimiche diventa blu senza però essere nocivo per chi lo consuma. Parliamo dell’aglio.

Perché questo usatissimo alimento diventa blu e che rischi ci sono per la nostra salute

Anche quando conservato nel migliore dei modi l’aglio può cambiare colore dal bianco al blu, a causa della sua composizione a base di zolfo. Le stesse molecole che gli conferiscono il suo tipico odore pungente, entrando in contatto con sostanze acide (come l’aceto) si tingono di blu.

È del tutto normale e anche dovessimo mangiarlo non ci sarebbe alcun rischio per la nostra salute. In Cina, l’aglio blu viene addirittura considerato una prelibatezza, consumata per tradizione a capodanno come buon auspicio.

Qualora l’aglio blu ci infastidisca alla vita, possiamo sempre immergerlo in acqua bollente: così facendo dovrebbe tornare al suo bianco originale.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te