Perché praticare yoga durante la gravidanza aiuta a rimanere in forma

Sono molte le donne che durante la gravidanza si avvicinano alla pratica yogica. In un momento storico in cui è necessario rimanere in casa e limitare le uscite, lo yoga prenatale è una soluzione per mantenersi in forma e abbassare i livelli di stress.

Le posizioni (in gergo asana) non necessitano di un particolare sforzo fisico, ma solo di tanta concentrazione e di una buona conoscenza del corpo e della mente. La respirazione (pranayama), accompagna dolcemente tutti i movimenti, aiuta a rilassare i muscoli e ad allontanare gli stati ansiosi.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera

Perché praticare yoga durante la gravidanza aiuta a rimanere in forma

Scoprirlo è semplice, bastano quindici minuti al giorno. Si parte con gli esercizi di riscaldamento, una volta preparato il corpo si passa alle asana e in fine al rilassamento, distesi su un fianco, per concentrarsi sulla respirazione e abbassare la frequenza cardiaca.

Le posizioni sono tante, ma bisogna sceglierle in base al mese di gravidanza. Ad esempio, durante il secondo trimestre, non è consigliabile un’asana che faccia distendere la gestante con la schiena rivolta al pavimento.

3 asana consigliate alle future mamme

“Asana della farfalla”. Mettersi seduti sul tappetino, portare le ginocchia piegate verso l’esterno fino a far toccare le piante dei piedi; le mani prendono le caviglie e la schiena si allunga. Questa asana tonifica e fortifica i muscoli della zona pelvica.

“Asana del gatto”. A quattro zampe sul tappetino con le braccia dritte perpendicolari alle spalle e le ginocchia larghe all’altezza del bacino. Ispirando, si inarca la schiena verso il basso e si solleva la testa e lo sguardo verso il soffitto. Espirando, si allunga la schiena verso l’alto formando una curva e si abbassa la testa portando il mento verso lo sterno. Questa asana riduce i dolori alla schiena.

“Asana della montagna”. In piedi, con le gambe leggermente divaricate, e i piedi paralleli e ben radicati al pavimento. Le braccia lievemente distanti dal corpo con i palmi delle mani rivolti in avanti. Occhi chiusi. Questa asana dona equilibrio e stabilità.

I benefici fisici e psichici dello yoga

  • Migliora la forza e la potenza muscolare;
  • fortifica la zona pelvica e prepara la donna al parto;
  • aiuta ad alleviare dolori lombari, mal di schiena, nausea, gambe gonfie;
  • stimola l’apparato circolatorio;
  • abbassa il livello di stress;
  • aiuta a migliorare il sonno;
  • aiuta a creare un legame più stretto con il bambino.

Ecco perché praticare yoga durante la gravidanza aiuta a rimanere in forma. La pratica yogica è adatta a tutte le future mamme ma è sempre consigliato parlarne con il proprio medico e non esagerare.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te