Perché per alcuni Halloween non si dovrebbe festeggiare 

Come ogni anno ecco finalmente arrivato il periodo delle festività. È proprio, infatti, dai giorni precedenti ad Halloween che i commercianti iniziano a decorare i propri negozi.

Prima per festeggiare la giornata che celebra il terrore, poi per celebrare l’ormai non troppo lontane vacanze di Natale. Certamente il periodo è particolare, e le celebrazioni non avranno niente a che fare con quelle degli anni scorsi. Eppure il desiderio comune rimane quello di continuare a rispettare le tradizioni in qualsiasi momento.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Le origini della festa

Halloween è una celebrazione di origine anglosassone, celtica per l’esattezza. Nonostante ciò negli ultimi anni è stata l’America a rendere questa festa quella che tutti conoscono. Ad oggi questa giornata non è solamente una ricorrenza, ma rappresenta una macchina economica che muove ogni anno milioni di dollari.

Nata dall’espressione inglese “All Hallows’ Eve”, ovvero Vigilia dei Santi, la festività prende questo nome dal fatto che ricorre il giorno prima della festività di Tutti i Santi. Proprio per la vicinanza con la ricorrenza cattolica, in molti non sono d’accordo con il significato di questa giornata. Effettivamente non sono pochi a chiedersi perché Halloween non si dovrebbe festeggiare. Ed ecco svelati i motivi.

Dalla Chiesa cattolica al Governatore De Luca

Proprio il fatto che le celebrazioni di Halloween avvengano il giorno precedente al primo novembre, soprattutto in Italia non sono pochi quelli che hanno da ridire su questa giornata.

Diversi esponenti della Chiesa, dai più autorevoli Cardinali ai teologi, hanno ribadito più volte come festeggiare le tenebre e il terrore sia un atto sbagliato. Addirittura c’è chi ha intimato a chi prende parte a questa festa di celebrare il demonio e di andare contro a tutti i principi cristiani.

Eppure la Chiesa non è l’unica ad aver detto la sua. Sono ormai diventate virali le parole del Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, in una delle sue dirette Facebook. Mostrando preoccupazione per l’aumento dei casi di Coronavirus nella propria regione, il Governatore ha voluto dire la sua, senza mezzi termini. Nel considerare Halloween un’idiozia americana, ha ribadito la sua volontà di non permetterne in alcun modo i festeggiamenti.

Nel ragionare sul perché per alcuni Halloween non si dovrebbe festeggiare si potrebbe pensare a delle ragioni esclusivamente religiose. Eppure come si può vedere, non è necessariamente così.

Consigliati per te