Perché oggi in Borsa c’è stato ottimismo e perché potrebbe durare

Le Borse hanno iniziato la settimana nel segno più. Oggi è stata una seduta positiva, al di là dei segni in rialzo degli indici europei in chiusura e di Wall Street in apertura. Non era scontata una giornata di questo tenore, anche in considerazione degli avvenimenti negativi che avevano accompagnato la chiusura settimanale dei mercati azionari. Ecco perché oggi in Borsa c’è stato ottimismo e perché potrebbe durare. Leggi l’analisi degli Esperti di ProiezionidiBorsa.

Perché oggi in Borsa c’è stato ottimismo e perché potrebbe durare

Oggi in Borsa si può parlare di effetto Trump. La scorsa settimana, la notizia della positività da Covid del Presidente USA, aveva messo in allarme i mercati e piegate le Borse. Ma oggi è avvenuto il contrario. Il rapido miglioramento di Trump e la sua uscita dall’ospedale, anche se solo per qualche ora, hanno galvanizzato i mercati.

Dopo due ore di contrattazione a Wall Street, quindi quando in Europa i listini chiudevano, gli indici erano in deciso rialzo. S&P500 e Dow Jones in salita dell’1,4% mentre il Nasdaq saliva dell’1,7%.

Le Borse americane hanno probabilmente ripreso la corsa all’attacco dei massimi storici, dopo qualche settimana di correzione. Una corsa che durerà fino all’esito delle presidenziali, il 3 novembre. Poi si vedrà, perché i mercati azionari tifano Trump più che Biden.

La Borsa italiana si tiene pronta a scattare

In Europa le Borse tentano di rimanere attaccate alla locomotiva statunitense ed oggi l’impresa sembra riuscita, in particolare per quanto riguarda la nostra Piazza. L’indice Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB), ha chiuso in rialzo dell’1,1% a 19.265 punti. Da sottolineare come nelle ultime due ore i prezzi siano saliti molto. La corsa, che ha portato in chiusura il Ftse Mib sui massimi della giornata, è iniziata in concomitanza dell’apertura di Wall Street.

Da sottolineare come l’indice italiano abbiamo terminato a 19.265 punti. Esattamente a ridosso della resistenza di breve periodo che in precedenti articoli avevamo sottolineato essere uno spartiacque.

Tra i titoli da segnalare c’è Saipem, che oggi ha guadagnato il 4,6%. Una performance che si spiega anche con il recupero delle quotazioni del greggio. Al momento della chiusura delle Borse il contratto future WTI era in rialzo del 6,5% a 39 dollari.

 

Approfondimento

Per conoscere l’analisi multidays e il punto sui mercati internazionali dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa, clicca qui.

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te