Perché mangiamo di più quando siamo con gli amici e mangiamo meno quando siamo con gli estranei? Ecco cosa dice la scienza

ProiezionidiBorsa si è soffermato su un quesito apparentemente banale: perché mangiamo di più quando siamo con gli amici e mangiamo meno quando siamo con gli estranei?

La mente umana è come un grande enigma affascinante. Il comportamento sociale è ricco di tante sfaccettature che inconsciamente sottovalutiamo. Quante volte è capitato di fare quattro chiacchiere con amici e parenti davanti a prelibate pietanze culinarie? Quante volte dopo un pranzo o una cena in compagnia abbiamo la sensazione di aver esagerato a differenza delle volte in cui abbiamo mangiato da soli?Secondo alcuni ricercatori la risposta non è da ricercarsi nel cibo in sé, piuttosto, invece, bisogna analizzare il nostro essere “animali sociali”.

Perché mangiamo di più quando siamo con gli amici e mangiamo meno quando siamo con gli estranei? Lo studio

Nel dettaglio, lo studio che si è occupato di questo argomento è stato condotto da un gruppo di ricercatori dell’Università di Birmingham.Tale ricerca ha visto la partecipazione di quaranta persone, attraverso le quali si sono analizzate abitudini sociali, alimentazione e relazioni tra i soggetti.

Ecco la risposta della scienza

I ricercatori hanno capito che la tendenza a condividere il cibo è antichissima. I cacciatori, infatti, dividendo la selvaggina cacciata con altri si assicuravano il cibo anche quando tornavano a casa a mani vuote.

Un collante sociale forte che si è mantenuto nel tempo, nonostante il cambiamento sociale e culturale. Secondo i ricercatori la compagnia di amici e familiari spinge naturalmente a consumare più cibo, un comportamento definito dagli autori dello studio “social facilitation”. Tale comportamento, in un contesto familiare, viene visto come una sorta di “ricompensa collettiva”, se a disposizione abbiamo del cibo è giusto mangiarlo.

Con gli estranei cambia il nostro comportamento

Di norma la compagnia di estranei a tavola, genera, invece, un meccanismo opposto. Secondo gli esperti, la presenza di persone che non conosciamo bene fa scattare nel nostro cervello l’impulso di voler fare bella figura e quindi si innesca un autocontrollo del corpo e della fame.

Se “Perché mangiamo di più quando siamo con gli amici e mangiamo meno quando siamo con gli estranei? Ecco cosa dice la scienza” vi è stato utile, leggete anche “Cinque tecniche persuasive per non farvi dire mai di no“.

Consigliati per te