Perché l’empatia è la sensazione più importante nella vita di tutti i giorni?

Che cos’è l’empatia, e perché l’empatia è la sensazione più importante nella vita di tutti i giorni? Con la lampada di Aladino ed il servizio del genio e dei suoi desideri, cosa si potrebbe fare?

Possiamo usarli per diventare ricchi, belli, di successo e persino generosi. Ci danno la possibilità di diventare ciò che vogliamo essere. Le nostre menti creano una mappa che ci porta da chi siamo a chi vogliamo essere, ma i geni ci permettono di viaggiare verso la destinazione in un istante. Anche se non siamo in grado di farlo velocemente come un genio, possiamo imparare ad esaudire i desideri. E dobbiamo iniziare a sviluppare la nostra empatia.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

La radice dell’empatia è il pathos, una parola dell’antica Grecia. Ha molteplici definizioni che non possono essere separate: esperienza, sofferenza, emozione e destino. La nostra esperienza della sofferenza si intreccia con il nostro destino. La crescita sta nel superare il nostro dolore. Stare seduti sul divano tutto il giorno produce dolori fisici, fame e noia. La fame ci fa mangiare, il che ci fa crescere più forti. La noia ci fa leggere, il che ci fa diventare più intelligenti.

Pathos è il dolore inevitabile che si intreccia con la nostra crescita. L’empatia è la capacità di comprendere il nostro pathos e di tracciare una mappa di chi siamo, di chi vogliamo diventare e degli ostacoli che ci ostacolano. Dopo aver individuato gli ostacoli sul nostro cammino, possiamo iniziare ad acquisire la conoscenza e il potere di cui abbiamo bisogno per superarli.

Perché l’empatia è la sensazione più importante nella vita di tutti i giorni?

Otteniamo potere e conoscenza attraverso la prova e l’errore, la pratica e la sperimentazione. Superando gli ostacoli, diventiamo competenti. Con empatia e competenza, impariamo a negoziare con noi stessi. Sappiamo come scambiare il nostro tempo e le nostre energie per raggiungere i nostri obiettivi. Essere in grado di negoziare con noi stessi porta a un buon rapporto interno. Ma nessuno è abbastanza competente per fare tutto da solo. Dipendiamo da buone relazioni esterne per soddisfare i nostri desideri e, fortunatamente, possiamo usare l’empatia e la competenza per negoziare con gli altri.

Come un imprenditore che voglia mettere su un ristorante, ed ha bisogno di un bravo cuoco che sappia cucinare, ma magari al momento è disoccupato. Quando il primo assume il secondo, ciascuno soddisfa i desideri dell’altro. Su una montagna di doni preziosi, i desideri sono al culmine. Ci permettono di diventare ciò che vogliamo essere. Ma la capacità di esaudire i desideri è costituita da tre abilità che troviamo nel genio, il più grande concedente di desideri. Dopo aver liberato il genio dalla sua lampada, ci chiede cosa vorremmo. Negoziamo con lui per averlo. Egli dimostra empatia.

Schiocca le dita e esaudisce il nostro desiderio. Il genio dimostra la sua competenza e la sua capacità di negoziare. Sa quello che vogliamo, può farlo accadere, e lo farà accadere. Padroneggiando la negoziazione, la competenza e l’empatia, possiamo imparare ad esaudire qualsiasi desiderio. Insieme, tutte e tre le abilità si combinano per formare una piramide: l’empatia alla base, la competenza al centro e la negoziazione in cima.

L’abilità più preziosa

E poiché le altre dipendono da essa, l’empatia è l’abilità più preziosa. Senza empatia, nemmeno un genio può renderci felici. Senza conoscere la nostra posizione desiderata, non c’è nessun posto dove possiamo andare che ci soddisfi. Ecco perché l’empatia è la sensazione più importante nella vita di tutti i giorni.

Consigliati per te