Perchè le banche italiane continuano a non salire anzi a scendere a Piazza Affari?

Dopo l’OPS di Intesa Sanpaolo ed UBI Banca, molti si aspettavano una nuova stagione e cambiamenti radicali per le banche italiane. Il settore è in profonda crisi da diversi anni e molti titoli dei primari istituti  perdono ancora il 80/90% dai massimi raggiunti negli anni precedenti.

Oggi cercheremo di capire perchè le banche italiane continuano a non salire anzi a scendere a Piazza Affari.

La nostra analisi partirà dalla valutazione dei bilanci  degli ultimi anni attraverso il modello del discounted cash flow per poi andare a riportare il consenso e le raccomandazioni degli analisti e definire quindi  il polso della situazione dal punto di vista grafico. Infine daremo un nostro giudizio di acquisto/vendita per ogni titolo azionario analizzato.

Quali sono i titoli azionari che andremo ad analizzare?

Banco BPM, Bca MPS, BPER Banca, Intesa Sanpaolo e Unicredit (MIL:UCG).

Banco BPM, ultimo prezzo 1,6725. Fair value a 1,00. Consenso degli analisti a 1,58. Trend plurimensile al rialzo con primo target a 3/6 mesi in area 2,06. Stop loss a 1,3564.

Bca MPS, ultimo prezzo 1,207. Fair value non calcolabile. Consenso degli analisti a 1,36. Trend plurimensile al ribasso con primo target a 3/6 mesi in area 0,9950. Stop loss a 1,412.

BPER Banca, ultimo prezzo 1,17. Fair value  a 0,59. Consenso degli analisti a 2,12. Trend plurimensile al ribasso con primo target a 3/6 mesi in area 0,9950. Stop loss a 1,412.

Intesa Sanpaolo, ultimo prezzo 1,6782. Fair value  a 1,14. Consenso degli analisti a 2,09. Trend plurimensile al ribasso con primo target a 3/6 mesi in area 1,3062. Stop loss a 1,8237.

Unicredit, ultimo prezzo 7,426. Fair value  a 3,81. Consenso degli analisti a 9,32. Trend plurimensile al ribasso con primo target a 3/6 mesi in area 6,012. Stop loss a 8,366.

Perchè le banche italiane continuano a non salire anzi a scendere a Piazza Affari?

Lo studio dei bilanci e dei grafici, tranne il caso di Banco BPM che rimane sopravvalutata, non incoraggia acquisti nè di breve, nè di medio lungo termine. Non è un affare comprare le banche italiane e per questo motivo cerchiamo altre opportunità a buon prezzo a Piazza Affari.

Si procederà per step.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te