Perché l’Antitrust ha fatto visita ad Apple e Amazon?

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha svolto una ispezione nelle sedi italiane di Amazon e Apple. Perché l’Antitrust ha fatto visita ai due colossi americani? L’Autorità ha in corso una istruttoria per accertare eventuali anomalie messe in atto tra i due colossi tecnologici. C’è un sospetto che Amazon e Apple abbiano firmato un accordo tacito per vietare la vendita di prodotti a marchio Apple e Beats. Per quale motivo? L’intesa restrittiva della concorrenza serva e tenere fuori i rivenditori che non aderiscono al programma ufficiale Apple.

Su quali basi l’Antitrust ha avviato l’indagine

Andiamo ad analizzare la domanda: perché l’Antitrust ha fatto visita ad Apple e Amazon? L’Antitrust per eseguire i dovuti controlli si è rifatto all’articolo 101 del  Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea. Sfruttando questo articolo di legge europea, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato vuole vederci chiaro e capire se effettivamente sono in corso manovre oscure. I rivenditori di elettronica che non aderiscono al programma ufficiale Apple effettivamente acquistano legittimamente i prodotti dai grossisti per rivenderli poi al dettaglio.

La manovra oscura

Escludere determinate aziende dal marketplace serve a ridurre la concorrenza. In questo modo innalzando le barriere allo sbocco dei mercati della vendita si tagliano fuori piccole e medie imprese che effettuano appunto vendite sul web ma non risultano rivenditori ufficiali. I servizi di marketplace attualmente sono quelli più utilizzati per aumentare le vendite online.

Fai trading sui mercati più famosi del mondo ed esplora le infinite opportunità con Plus500

Inizia a fare trading »

Il 76,4% degli investitori al dettaglio perde denaro sul proprio conto quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Far diminuire i rivenditori attivi nel canale online fa calare la concorrenza dei prezzi sui prodotti Apple e Beats. Consumatori e imprese hanno evidenti effetti negativi perché devono per forza rivolgersi ai canali ufficiali. Quest’ultimi possono imporre il proprio prezzo in modo indisturbato e senza dover fare i conti con la concorrenza. Insomma un buon motivo vista la generale situazione. Ecco perché l’Antitrust ha fatto visita ad Apple e Amazon (NASDAQ:AMZN)

Scopri Plus500
Scopri Plus500

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.