Perché la pastiera si spacca o si gonfia restando cruda e cosa fare se le strisce affondano più un’imperdibile ricetta

La Pasqua è sempre più vicina e in casa già pare di sentire l’odore dei dolci tipici di questo periodo. Si tratta di colombe, scarcelle, zuccotti e dell’immancabile pastiera. Proprio quest’ultimo dolce è una delle preparazioni più insidiose.

Allora, ecco alcune soluzioni agli errori frequenti che rovinano il dolce. Prima, però, vediamo gli ingredienti per una variante assolutamente da provare.

Per la frolla:

  • 250 grammi di farina;
  • 100 grammi di burro;
  • un uovo;
  • 100 grammi di zucchero.

Per il ripieno:

  • 300 grammi di grano cotto;
  • 2 uova e 2 tuorli;
  • 250 grammi di ricotta;
  • una bustina di vanillina;
  • 100 grammi di zucchero;
  • circa 15 amarene e il loro sciroppo;
  • 50 grammi di panna;
  • 250 grammi di crema pasticcera;
  • fiore d’arancio a piacere;
  • 25 millilitri di rum;
  • 25 millilitri di liquore strega;
  • buccia d’arancia e limone q.b.;
  • cannella q.b.;
  • 50 grammi di frutta candita (facoltativa);
  • zucchero a velo per decorare.

Il procedimento per prepararla

Preparare la frolla mescolando tutti gli ingredienti per formare un panetto. Lasciarlo, poi, riposare in frigo per mezz’ora.

Nel frattempo, frullare la ricotta con zucchero, vanillina, scorza di limone e d’arancia. Dunque, unire la crema pasticcera, le uova, il grano cotto, il fiore d’arancio, la cannella e i 2 liquori. Unire, poi, pure lo sciroppo e le amarene tagliate a pezzi, la frutta candita e la panna.

Imburrare e infarinare una teglia da 26 centimetri e stendere la frolla, ricoprendo anche i bordi. Tenere, però, un po’ di frolla da parte per le strisce.

Versare il ripieno, coprire con le strisce e infornare a 180° C per 45 minuti.

Terminata la cottura, lasciare riposare la pastiera in forno spento per 20 minuti. Questo è un trucchetto per non farla restare cruda.

Spolverare con lo zucchero a velo e servire fredda.

Ecco perché la pastiera si spacca o si gonfia restando cruda e cosa fare se le strisce affondano più un’imperdibile ricetta

Ottenere una cottura perfetta della pastiera è per veri pasticcieri. Ma quanto è difficile, invece, sistemare le strisce su questo dolce? Per evitare che le 7 listarelle affondino nel ripieno bisognerà dosare al meglio gli ingredienti della farcia, in modo che non sia troppo liquida. In tal caso, bisogna aumentare ricotta e grano.

Perché, invece, la pastiera si spacca o si gonfia e come evitarlo? Il problema sembrerebbe la formazione di vapore, che farebbe gonfiare il dolce e provocherebbe lesioni quando essa sgonfia. Il tutto è risolvibile tenendo il ripieno in frigo per almeno un’ora prima di usarlo.

Ricordiamo, però, che potrebbe trattarsi anche delle uova troppo gonfiate a “effetto soufflè”.

Approfondimento

Ecco tutti gli imperdibili segreti per preparare questo dolce della tradizione napoletana dal successo assicurato

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te