Perché la commercializzazione del vaccino anti coronavirus può mettere il turbo a questo titolo

Per il vaccino anti Covid, dal Regno Unito è arrivata una importante notizia. Un medicinale testato su alcuni anziani, ha dato ottimi riscontri. I pazienti hanno reagito bene. E se questo funziona su persone a rischio, come quelle in età avanzata, può funzionare bene anche per il resto della popolazione più giovane.

Questo vaccino è stato sperimentato dalla azienda farmaceutica britannica AstraZeneca, il cui titolo è quotato alla Borsa di Londra. Così gli Analisti di ProiezionidiBorsa, hanno voluto accendere un focus sull’azione per scoprirne le eventuali potenzialità rialzista.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Perché la commercializzazione del vaccino anti coronavirus può mettere il turbo a questo titolo

Non occorre essere degli analisti per capire che la società che scoprirà, e commercializzerà, per prima un vaccino anti Covid, sarà inondata dalle richieste. Le domande arriveranno da tutto il mondo, almeno quello occidentale. E se questa fosse quotata, il titolo schizzerebbe in Borsa.

AstraZeneca (LSE:AZN) è quotata alla Borsa di Londra e proprio per questo motivo, da marzo a luglio l’azione ha avuto una forte impennata nei prezzi. A metà marzo, dopo il crollo delle Borse, il titolo ha toccato un minimo a 5.870 sterline. Esattamente dopo 4 mesi, a metà luglio, i prezzi hanno raggiunto il loro massimo storico a 10.120 sterline.

Il rialzo del 70% in 4 mesi è dovuto esclusivamente alla scommessa che la società farmaceutica potesse scoprire un vaccino per sconfiggere il Covid. Quando a luglio si è capito che la strada era lunga, sul titolo sono arrivate le prese di beneficio. L’azione, in assenza di progressi sul fronte vaccino da parte della società, ha lentamente perduto valore.

Ecco perché la commercializzazione del vaccino anti coronavirus può mettere il turbo a questo titolo.

Spunti operativi sul titolo

In realtà il calo delle quotazioni non è stato particolarmente rilevante. I prezzi hanno perso un 20% dai valori massimi e da mesi si muovono attorno a 8.400 sterline. Possiamo dire che l’azione ha sofferto di mancanza di acquisti, ma non ci sono state molte vendite.

Adesso, con questa novità, i prezzi potrebbe tornare a salire. Ed infatti nelle ultime sedute è accaduto questo. Il 22 ottobre l’azione ha toccato il minimo degli ultimi 6 mesi, per poi rimbalzare. Al momento dell’analisi il titolo quota a 8.160 sterline.

Il superamento della resistenza in area 8.300/8.350 sterline, può portare i prezzi prima a 8.500 sterline e poi a 8.800 sterline. Al ribasso un campanello d’allarme scatterà in caso di ritorno dei prezzo sotto 8.000 sterline. Sarà il segnale che il tentativo rialzista è fallito.

Approfondimento

Come guadagnare su un titolo azionario che è salito del 200% all’anno negli ultimi 40anni e che ci beviamo tutti i giorni. Si può leggere l’analisi qui

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te