Perché il mercato toro secolare non è ancora finito

Ogni rally o crollo dei mercati porta con sé grandi movimenti contrari che potrebbero non essere una vera e propria rottura rispetto alle tendenze di fondo. Ricordatevelo.

Perché il mercato toro secolare non è ancora finito? Andiamo a guardarlo.

Dopo l’improvviso crollo dei mercati azionari a metà marzo, l’ipotesi generale era che non solo il lungo mercato toro fosse finito, ma che fosse iniziato un mercato orso. Ma aspettate, no: ora c’è un nuovo mercato toro perché alcuni indici azionari sono saliti per breve tempo di oltre il 20% rispetto ai minimi del 23 marzo. Se tutto questo vi sembra un po’ stupido, è perché lo è. Il parametro del 20% per determinare l’inizio (mercato toro) o la fine (mercato orso) dei cicli di mercato è semplicistico e ciecamente meccanico. In effetti, il 20% non serve a molto per capire dove mettere il capitale di investimento.

Giova ripeterlo: l’investitore medio dovrebbe lavorare su un piano a lungo termine, che non salterà in aria a causa di una perturbazione a breve termine causata da problemi come la pandemia del coronavirus. Rimanete disciplinati e attenetevi ai vostri obiettivi. Sembra facile da fare, e lo è, ma a volte non lo sembra, lo sappiamo. Anche se deve esserlo.

Perché il mercato toro secolare non è ancora finito

Stiamo parlando di mercati toro e orso; pensiamo un po’ di più a cosa significano questi concetti. I cosiddetti mercati toro secolari sono associati ad ampie espansioni economiche, all’aumento dei profitti aziendali e all’incremento delle vendite. Le azioni raggiungono nuovi massimi con il miglioramento del sentiment, e gli investitori sono disposti a pagare di più per ogni euro di guadagno. Queste fasi di mercato tipicamente durano anni o addirittura decenni.

Naturalmente, i mercati non vanno in una sola direzione e queste tendenze, a lungo termine, sono spesso punteggiate da bruschi rally anticiclici e vendite. I dati possono aiutarci a capire cosa fare di questi movimenti euforici o indotti dal panico. In genere, ci vogliono in media 255 giorni perché gli indici scendano del 20% dai loro picchi. Quest’ultima caduta è stata la più veloce in assoluto, impiegando solo 17 giorni. Non solo in America, il mercato più evoluto, ricco e liquido del mondo, ma ovunque a livello globale. Anche se si verifica lo scenario migliore, non abbiamo idea di come l’economia possa tornare rapidamente alla piena occupazione.

Cosa ha comportato la pandemia per il mercato toro?

Ancora più importante, la pandemia è un’esternalità del mercato. Non rientra nella stessa categoria di una recessione standard guidata da una politica monetaria più restrittiva. Non assomiglia nemmeno a una crisi finanziaria causata da una perdita di fiducia nella qualità dell’attività bancaria. Si tratta invece di uno shock esogeno, cioè esterno ai mercati stessi, che si è riversato sull’economia in generale e sui mercati azionari. Gli eventi del passato, qualunque altro, sono solo marginalmente simili. Senza un buon confronto storico, è difficile trovare un quadro di riferimento per come potrebbe apparire una ripresa. Tutto questo sottolinea una cosa essenziale che dobbiamo tenere a mente, riguardo ai mercati. Dovremmo aspettarci vendite, a volte anche di dimensioni sconvolgenti, nel bel mezzo di mercati toro secolari a lungo termine. Allo stesso modo, ci possono essere manifestazioni rialziste in un mercato orso.

Il Bull market è finito?

Che il 23 marzo sia stato toccato il fondo, a livello globale, o solo un fondo, è quasi irrilevante. La questione più ampia è se i fattori a lungo termine che hanno guidato l’espansione economica mondiale, anche se a gradi diversi, iniziata dopo la crisi finanziaria, sono ancora con noi. E sono stati i bassi tassi di interesse, l’innovazione tecnologica e il continuo aumento dei servizi. Questo suggerisce la possibilità che ci vorrà più di un lockdown di un paio, o anche 3 mesi, per far deragliare l’espansione.

Se riusciremo a trovare un modo per superare questo tragico shock esterno al mercato abbastanza in fretta, potremmo scoprire che il sottostante mercato toro secolare è ancora intatto… se siamo fortunati.

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.