Perché il cane è aggressivo contro il padrone e come evitarlo

In moltissime razze di cani capita che il nostro amico a volte abbia degli atteggiamenti aggressivi anche con il padrone. Questi comportamenti possono mettere in allarme il padrone ma, a meno di episodi che andremo ad analizzare, sono gestibili. Scopriamo allora assieme perché il cane è aggressivo contro il padrone e cosa fare per evitarlo.

La dominanza

Avere un cane grintoso e che sappia farsi rispettare non è sempre un problema. Al contrario, queste caratteristiche sono particolarmente richieste in cani da difesa e da guardia alla proprietà.

Può capitare, tuttavia, che queste caratteristiche vengano utilizzate dal nostro amico a quattro zampe contro le persone sbagliate. Capita, quindi, di avere dei cani che ringhiano, o si mostrano aggressivi nei confronti di amici, membri della famiglia o persino verso i propri padroni.

Questo comportamento, estremamente problematico per il padrone, si ricollega spesso a un carattere dominante, che è necessario riconoscere e saper tenere a bada.

Questioni biologiche

Nel cane il concetto di dominanza è molto più chiaro di quanto lo sia per il padrone. Il nostro amico, infatti, vive in un branco, in cui c’è un leader e dei sottoposti.

Questo modo di comportarsi è un retaggio degli antenati del nostro amico, ossia dei lupi che abitavano nella steppa. Questi comportamenti si mostrano, in particolare, nelle razze da difesa, e soprattutto durante l’adolescenza.

È in questo periodo, infatti, che il nostro amico a quattro zampe mette alla prova il proprio padrone, per capire qual è il suo posto nel “branco”.

Ed è proprio in quel momento che il padrone deve agire se non vuole ritrovarsi in seguito con grossi problemi.

Cosa fare

Il nostro amico cercherà di mostrare dominanza in maniere molto semplici. Cercherà, ad esempio, di sedersi sul divano del padrone e ringhierà contro chiunque gli si avvicini, oppure sarà aggressivo e possessivo nei confronti del cibo.

In questi momenti il padrone deve essere capace, con calma, di imporre il proprio ruolo di leader. Senza farsi intimorire dal ringhiare del proprio animale deve riuscire a farlo scendere dalla poltrona e anche redarguirlo con voce ferma e decisa.

Insegnare al proprio cane a rispettare il proprio padrone in questa fase della vita vorrà dire avere un cane educato anche in età adulta. Al contrario, il lasciar perdere questi segnali condurrà ad avere un cane difficile da controllare e potenzialmente pericoloso.

Nel caso si abbia un cane adulto aggressivo, è importante, invece, rivolgersi al proprio veterinario. Queste, dunque, le giuste indicazioni per costruire un rapporto sano con il nostro amico. Abbiamo così spiegato perché il cane è aggressivo contro il padrone e cosa fare per evitarlo.

Consigliati per te