Perché i mercati sono saliti dopo gli attentati di Parigi? Intervista a Gian Piero Turletti

PERCHE’ I MERCATI AZIONARI SONO SALITI DOPO GLI ATTENTATI?

Intervista a Gian Piero Turletti

Autore Magic box in 7 passi

C’è una specifica ragione, per cui i mercati azionari sono risaliti dopo gli attentati?

A parte considerazioni di ordine tecnico, già formulate in precedenti analisi, occorre considerare gli aspetti macroeconomici che, pur cinicamente, sono conseguenti agli attentati nella logica dei mercati.

I mercati guardano al futuro ed alla maggiori prospettive di crescita economica, in qualche misura legate anche a quegli attentati.

In sintesi, ritornano alla ribalta prospettive di ordine keynesiano, fondate su rilancio della spesa pubblica anche in deroga ai trattati europei.

Non a caso, la Francia ha chiesto di effettuare spese in deroga alle regole europee.

Questo significa che prevedono la probabile crescita derivante da una maggior spesa pubblica, con i tipici effetti moltiplicatori, in particolare evidenziati dagli studi economici dell’economista Keynes.

Senza peraltro considerare le ricadute, in termini di know how, che ricerche ed innovazioni introdotte dall’industria militare hanno poi su altri settori economici, con inevitabili ricadute positive sull’economia in generale.

Non a caso, dopo una guerra, si prevedono spese per ricostruzione e quant’altro, e nel caso del terrorismo, anche solo una deroga al contenimento della spesa pubblica, cioè ai parametri europei, rende probabile una maggior crescita economica complessiva, legata proprio agi effetti del cosiddetto moltiplicatore keynesiano.

Veniamo all’analisi tecnica: lei commentava, nella sua precedente intervista, con un’alternativa tra ripresa e rialzo.

Ora come valuta la situazione degli indici azionari?

Direi che all’appello rialzista, al momento, manca solo il nostro Ftse mib.

Gli altri indici internazionali hanno confermato una rottura dei canali ribassisti, delineati dal metodo Magic box, con più chiusure superiori alla resistenza dinamica, costituita dal bordo superiore di detti canali.

Invece il Ftse mib vede quotazioni ancora inserite nel canale ribassista.

Oggi il valore di tale resistenza, sul nostro indice, passa a 22320.

Per gli altri indici, quali sono i principali valori da monitorare?

S & P 500: 2068, ex resistenza statica ed ora supporto, poi 2062, passaggio del bordo superiore del canale ribassista, già rotto al rialzo, ed ora supporto.

Dax: prima area supportiva 11.055, precedente resistenza statica, ed ora supporto.

Intanto l’indice tedesco ha dato una prima conferma anche di un primo specifico pattern rialzista di Magic box, il cui supporto dinamico oggi transita a 10648.

Eurostoxx: importante il livello di 3409, passaggio del bordo superiore del precedente canale ribassista, ed ora area supportiva.

 

 

 

 

Consigliati per te