Perché dovresti mettere la lettiera nel freezer

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Perché dovresti mettere la lettiera nel freezer. I nostri amici a quattro zampe richiedono un’attenzione quotidiana, non sempre facile da soddisfare. Specie quando siamo stanchi, dopo una lunga giornata di lavoro. Ma c’è una cosa che non possiamo fare a meno di gestire quotidianamente: la cassettina. Il recipiente contenente quella magica sabbietta, detta lettiera, ci assicura una convivenza pacifica con il nostro gatto. E anche con un piccolo cane, che ha imparato a seguire una regola meno comune per la sua specie.  Qualche volta, non è facile convincerli a frequentare la cassettina e la lettiera. Soprattutto se il gatto o il cane sono cuccioli o nuovi abitanti della casa. Gli animali domestici ostinati, con i quali comunichiamo male, ci creano preoccupazione e frustrazione. Ma abbiamo seguito tutte le regole del caso? Spieghiamo quali sono, aggiungendo alcuni trucchi in più, con l’aiuto della redazione Lifestyle di ProiezionidiBorsa.

Primo, attenzione a odori e profumi

Molte famiglie hanno deciso di tenere la cassettina in bagno, vicino al lavandino o sul lato della lavatrice. Altre invece preferiscono dedicare al gatto un intero ripostiglio. Entrambi questi ambienti sono caratterizzati da un’igiene profonda o da profumi decisi. È proprio quello il motivo per cui il gatto snobba la cassettina. Se si avvertono profumi troppo forti, il suo olfatto si irrita già sulla porta. Un profumo gradevole per gli umani, non è detto che lo sia anche per un gatto. Dunque, la prima cosa da fare è passare a profumazioni ambientali delicate. E a detergenti con formulazioni naturali.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 70% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Secondo, scegliere il tipo di sabbia ‘giusto’

In commercio ci sono tanti tipi di lettiere. Ma non tutte piacciono al nostro gatto o al nostro cane. Quelle naturali, agglomeranti che, appena vengono bagnate, si gonfiano e formano una palla sono sicuramente le migliori. Hanno un forte potere assorbente, sia di liquidi che di odori. Ma piacciono di più quelle a macinatura fine, fatte in modo da non produrre polvere. La lettiera a grana fine è più confortevole per le zampe feline e canine. E non si rischia di ritrovarla in giro per tutta la casa.

Terzo, pulire a fondo ogni giorno

Quando si pulisce la cassettina, bisogna gettare via la sabbietta e lavare a fondo il contenitore, con un detergente. Senza profumi aggressivi o odori forti, come la candeggina. Si può anche spruzzare un deodorante igienizzante per prevenire la formazione di germi e batteri. Di solito questi spray sono molto utili e si possono utilizzare giornalmente, per rinfrescare la lettiera. Ma anche questi, non sempre piacciono al nostro gatto. Magari preferisce che si lavi la cassettina con sapone neutro. Per poi passarla dentro e fuori con una spugnetta bagnata nel bicarbonato che toglie i profumi.

Perché dovresti mettere la lettiera nel freezer

Se il caso si fa difficile e il gatto o il cane non ne vogliono sapere, c’è un’ultima soluzione. Dovresti mettere la lettiera nel freezer, ed ecco perché. È un sistema eccezionale per neutralizzare l’odore che emana. Si può comprarne un sacco piccolo, della marca meno profumata e metterlo per un po’ nel freezer, forando la confezione in alcuni punti con uno spillo. Questo accorgimento ridurrà ulteriormente la fragranza e ridurrà la proliferazione di batteri. Solo poi si potrà aprirla. In estate, potrete versare subito il contenuto nella cassettina. Il gatto ci andrà volentieri, apprezzando anche la frescura. Bisognerà invece aspettare qualche ora, d’inverno. Perché i nostri piccoli amici, in questa stagione, amano i luoghi confortevoli e caldi.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze a riguardo, consultabili qui»)

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te