Per una vita serena oltre alla frutta antiossidante anche quest’attività a 50 anni preverrebbe il tumore alla prostata 

Il tumore alla prostata è uno dei più diffusi tra la popolazione maschile, rappresentando il 18,5% di tutti i tumori diagnosticati nell’uomo. Ma il dato positivo è che il rischio di un esito infausto è basso. Infatti il 92% di persone colpite da questo tumore, dopo 5 anni dalla diagnosi, ancora vive.

I principali fattori di rischio di questo tumore sono l’età, in quanto dopo i 50 anni le probabilità aumentano, e la familiarità. In tale caso, infatti, il rischio di ammalarsi potrebbe essere il doppio per chi ha un familiare stretto con questa malattia. Infine, come per la maggior parte di queste malattie, altri fattori di rischio sono correlati allo stile di vita e all’alimentazione.

Per una vita serena oltre alla frutta antiossidante anche quest’attività a 50 anni preverrebbe il tumore alla prostata. Infatti, un regime alimentare sano e uno stile di vita corretto sono fondamentali per il nostro benessere. A tal proposito, pochi sanno che questa brutta abitudine è tra le cause principali del tumore alla vescica. Uno stile di vita attivo e una dieta equilibrata favoriscono anche la corretta funzionalità della prostata. Pertanto sono assolutamente da evitare la sedentarietà e il sovrappeso considerati fattori di rischio per l’insorgenza di questo tumore.

Per una vita serena oltre alla frutta antiossidante anche quest’attività a 50 anni preverrebbe il tumore alla prostata

Per quanto riguarda la prevenzione, sebbene non esista una forma specifica, è importante seguire determinate regole nella quotidianità, a partire dalla tavola. Infatti seguire una dieta sana ed equilibrata ricca di verdure, frutta, cereali e pesce potrebbe contrastare l’insorgenza di tantissimi tumori. Ad esempio, la dieta mediterranea potrebbe essere la miglior difesa contro il cancro al colon secondo la scienza.

Anche per il tumore alla prostata si consiglia di aumentare il consumo di frutta, come agrumi e kiwi, di verdura, come broccoli, spinaci e pomodori. Questi ultimi contribuiscono all’assunzione di antiossidanti come il licopene. Inoltre si potrà aumentare il consumo di cereali integrali e di tè nero. Mentre sono da evitare i cibi grassi, come gli insaccati e i formaggi, condimenti piccanti, nonché i pesci grassi, i molluschi e i crostacei.

Per quanto riguarda l’attività fisica, le attività particolarmente consigliate per la salute della prostata sono il nuoto e la corsa. Ad ogni modo, potrebbe bastare anche una camminata o qualsiasi attività aerobica di almeno 30 minuti, da svolgere in maniera regolare e costante.

Inoltre oltre a queste misure di carattere preventivo, non bisogna sottovalutare l’importanza dei controlli, come una visita urologica anche in assenza di sintomi. Nonché informare assolutamente il medico anche di sintomi che potrebbero sembrare banali ma che potrebbero essere dei campanelli d’allarme. Una diagnosi precoce potrebbe evitare sofferenze inutili.

Approfondimento

Contro gli zuccheri nel sangue e le placche nelle arterie ecco un piatto colmo di vitamina D e K

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te