Per una vendemmia produttiva ecco cosa dobbiamo fare e come vestirci adeguatamente

La vendemmi 2021 ha avuto inizio ad agosto ma continuerà a procedere per buona parte dell’autunno. Non è solo un evento agricolo, appartiene anche alle nostre tradizioni e in molti casi diventa un vero e proprio fatto familiare. Chi è in possesso di qualche piccolo vigneto infatti ancora oggi tende a riunire i parenti per questo evento.

La raccolta dell’uva è la prima fase per produrre il proprio vino e proprio per questo è la prima tappa fondamentale per la qualità finale.

Per una vendemmia produttiva ecco cosa dobbiamo fare e come vestirci adeguatamente

A seconda della zona geografica, del clima e del tipo di uva la vendemmia può variare, ma alcune regole rimangono sempre valide.

Per scegliere la giornata bisogna sempre valutare il meteo. Infatti sono da evitare i giorni umidi o in cui piove, per non compromettere la qualità dell’uva. Per lo stesso motivo non è consigliato procedere neanche la mattina presto, poiché gli acini sarebbero carichi di rugiada.

Anche le ore troppo calde non sono adatte alla vendemmia poiché si rischia di avviare una fermentazione anticipata.

Bisognerà stare attenti nel tagliare i grappoli per non danneggiarli, conviene usare delle cesoie precise e comode da impugnare così da non sbagliare. Raccogliendo a mano poi possiamo scartare i grappoli guasti o non ancora maturi così da usare solo quelli migliori.

Una volta raccolta l’uva si procede a inserirla nelle cassette, importante che siano piene ma non troppo, poiché si rischierebbe di maltrattarla e schiacciarla.

Consigliato poi l’uso di cassette traspiranti per mantenerla in buono stato prima e durante il trasferimento.

L’abbigliamento

Se dobbiamo aiutare parenti o amici, o semplicemente dobbiamo occuparci della raccolta dalla nostra vigna personale, dovremmo vestirci in modo adatto.

Trattandosi di un lavoro lungo e a tratti faticoso, un abbigliamento comodo e ben mirato è d’obbligo.

Teniamo presente che durante la vendemmia potremmo sporcarci facilmente, motivo per cui magari non usiamo abiti nuovi e a cui teniamo particolarmente. Poiché ci muoveremo sotto il sole e suderemo molto, prediligiamo magliette di cotone, poiché particolarmente traspirante. Per ripararci dal sole conviene indossare un cappello, magari uno fresco di paglia e con un minimo di falda che ci protegga anche il viso.

Preferibile indossare pantaloni lunghi e che non interferiscano con i movimenti. Dei jeans morbidi potrebbero fare precisamente al caso nostro.

Non calziamo scarpe troppo delicate o scomode, optiamo per qualcosa di pratico e funzionale. Gli stivali di gomma sono l’ideale, tanto più se l’erba è alta o la terra bagnata. Ma se ci dovessimo trovare a dover lavorare in pendenza, ripieghiamo su un altro tipo che non abbia la gomma così liscia.

Per una vendemmia produttiva ecco quindi cosa dobbiamo fare e come vestirci adeguatamente

Potrebbe essere interessante anche questo articolo sull’argomento: quanto rende 1 ettaro di vigneto e come massimizzare i guadagni del proprio terreno?

Consigliati per te