Per una lavanda rigogliosa che profuma gli armadi usiamo questo trucco infallibile

A luglio la lavanda si trova al picco della fioritura. In questo momento possiamo metterla da parte per profumare la biancheria e per regalarla ai nostri amici. Ecco come procedere per il raccolto e la messa a dimora autunnale.

Per una lavanda rigogliosa che profuma gli armadi usiamo questo trucco infallibile. Con l’aiuto degli Esperti di Casa e Giardino di ProiezionidiBorsa.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Eliminiamo i fiori appassiti

Rimuoviamo le erbacce che disturbano (ecco qui un approfondimento per farlo senza usare sostanze chimiche) e i fiori man mano che avvizziscono. Questo sistema è perfetto per mantenere le bordure di lavanda vivaci e più in ordine possibile e godere dei loro bei fiori.

Diamo acqua utilizzando un annaffiatoio senza rosone per indirizzare l’acqua direttamente alle radici. Questa operazione prolunga efficacemente il periodo di fioritura.

Attenti al taglio

Per profumare gli armadi con una lavanda perfetta, tagliamola quando i boccioli hanno una colorazione intensa ma non sono ancora aperti.

I fiori di lavanda mantengono il loro profumo quando vengono messi orizzontali, sotto un velo di finissima sabbia per qualche giorno. In questo modo potremo essiccarli senza rovinare il colore.

Per una lavanda rigogliosa che profuma gli armadi usiamo questo trucco infallibile

Quando le lavande sono secche, possiamo creare dei mazzi decorativi. Oppure staccarle dal gambo e sgranarle, per inserirle in sacchetti di tela o tulle che appenderemo al bastone centrale dentro i nostri armadi.

I residui caduti dalla spiga, teniamoli da parte in un barattolo. Buttiamone una manciata nell’acqua caldo ogni volta che faremo il bagno.

E ora occupiamoci delle talee

Il mese di luglio è moto importante se vogliamo goderci il giardino risparmiando denaro. Dotiamoci di una lama pulita e affilata e preleviamo le talee dalle lavande.

Eliminiamo i germogli non fioriti più forti, scegliendo quelli presenti sul lato della pianta che riceve più sole. Recidiamo con decisione al di sotto di una giuntura fogliare.

Ora rimuoviamo le foglie inferiori. Stabilizziamo le talee nei vasi di terriccio arricchito con graniglia. Distribuiamo le talee in circolo, nel vaso.

Annaffiamo ma poi lasciamo asciugare, per vedere i segni di radicamento. Lasciamo germogliare in un luogo riparato del giardino, affinché sviluppino le radici.

Riprendiamole in mano nel prossimo autunno per fare un controllo. In questo modo potremo ottenere nuove piantine di lavanda, pronte per essere trapiantate la prossima estate.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te