Per risparmiare sulla corrente del ferro da stiro sarebbe meglio evitare questo comunissimo errore quando stendiamo

Le belle giornate di primavera sono un chiaro invito a fare una piacevole passeggiata o biciclettata all’aria aperta, magari in compagnia.

Dopo mesi chiusi in casa tra lockdown vari e gelate invernali, è bello tornare a respirare a pieni polmoni un po’ di normalità.

In ogni caso, il bel tempo non ci ricorda solo di prenderci del tempo per noi, ma ci agevola anche nelle faccende domestiche.

Possiamo far prendere aria a materassi e coperte senza temere di ritrovarli zuppi di pioggia o rinfrescare abiti, borse e scarpe prima di riordinarli adeguatamente.

Ma soprattutto, finalmente si allontana lo spettro di ritrovare vestiti umidi proprio perché non dobbiamo più stendere in casa, tra salotto e termosifoni.

È comunque anche vero che fare più lavatrici si traduce in interi cesti di bucato da stendere e di conseguenza pile di indumenti da stirare.

Posto che stirare non è mai di per sé un piacere e con il caldo è anche peggio, non dimentichiamoci del consumo energetico in bolletta.

Certo, abbiamo già visto che esistono alcuni furbissimi espedienti per sostituire egregiamente l’azione del ferro da stiro, ma, come sempre del resto, prevenire è meglio.

In particolare, per risparmiare sulla corrente del ferro da stiro potremmo cominciare a prendere alcune accortezze in fase di lavaggio e asciugatura.

Ad esempio, meglio preferire basse temperature e centrifughe, così che i panni non risultino troppo spiegazzati una volta terminato il lavaggio.

Erroneamente sottovalutato, poi, il tempismo: a volte, per mancanza di voglia o tempo, non stendiamo subito i panni e non va bene perché si induriscono.

Per risparmiare sulla corrente del ferro da stiro sarebbe meglio evitare questo comunissimo errore quando stendiamo

Ma anche un’altra insospettabile azione in realtà contribuirebbe a rendere il bucato più ostico da trattare in fase di stiratura.

Potrebbe sembrare una banalità, ma stendere i panni alla luce solare diretta sarebbe in realtà assolutamente controproducente proprio per questo motivo.

Anche all’aria aperta, dunque, meglio stendere all’ombra, facendo leva sull’aria calda che oltre ad asciugare riuscirebbe a lasciare naturalmente morbidi gli indumenti.

Altri consigli

Sempre per agevolare le operazioni quando arriverà il momento di stirare, ricordiamoci poi di sbattere molto bene i panni, almeno 2-3 volte con tessuti impegnativi.

Tra questi i jeans, solitamente più rigidi, ma anche i capi di lino, che risultano più soggetti a pieghe e grinze.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te