Per risparmiare la batteria dell’iPhone o di un telefono Android ecco 5 mosse che la farebbero durare più a lungo

Sono lontani quei tempi in cui, una volta usciti di casa, si era difficilmente contattabili. Oggigiorno, infatti, possiamo contare sui nostri inseparabili cellulari.

Sempre più evoluti, ormai contemplano tantissime funzioni oltre alle chiamate. Di conseguenza, la loro batteria entrerebbe maggiormente sotto sforzo, col risultato di calare drasticamente in poco tempo. Dunque, ci si potrebbe trovare col telefono scarico proprio quando potrebbe servirci necessariamente.

Per risparmiare la batteria dell’iPhone o di un telefono Android ecco 5 mosse che la farebbero durare più a lungo

Qualora fossimo fuori casa e in compagnia, potremmo caricare il telefono servendoci di una funzione che non necessita di cavi e di corrente.

Se invece ci trovassimo da soli e senza alcuna possibilità per caricarlo, sarebbe meglio correre ai ripari per non farlo spegnere.

È risaputo che, in certi casi, rinunciare a usare determinate funzioni può dare una mano a mantenerlo in vita. Come, ad esempio, non caricare foto di qualità su Instagram.

Per meglio dire, in realtà, sarebbe preferibile usarlo il meno possibile.

Di questo siamo consapevoli tutti, però talvolta non prestiamo attenzione ad altri modi indiretti che hanno ripercussioni sulla batteria.

Tanto più se, per qualche motivo particolare, non possiamo staccare la dispendiosa connessione dati, sarà bene farci caso.

Converrebbe dunque accedere dalla voce Impostazioni alle diverse app che non ci servono e togliere le notifiche push delle stesse. Controlliamo bene, perché alcune che non potremmo immaginare potrebbero mandarcene per aggiornamenti e comunicazioni varie.

Sempre dalla voce Impostazioni, disattiviamo per le varie app e per il sistema le varie raccolte informazioni e di diagnosi statistiche. Mantenerle attive incide sulla nostra batteria, sebbene non ce ne rendiamo conto.

Altre regole d’oro salva batteria

Inconsapevolmente, la consumiamo anche in altri modi. Il primo è tenendo aperte in standby applicazioni non in uso in quel momento. Seppure non le stiamo utilizzando e le teniamo abbassate, continueranno a far girare la RAM e dunque ciò avrà effetti sulla batteria.

Lo stesso ragionamento vale anche per le decine di schede di navigazione che non chiudiamo mai all’interno dei browser. Ci sembrano ferme, in realtà fanno comunque lavorare il telefono.

Carini e simpatici, ma che richiedono tanta energia, sono i vari sfondi animati dello schermo del telefono. Consumano molto più rispetto a uno sfondo statico e immobile. Quindi, se proprio non vogliamo rinunciarvi perché ci piacciono, facciamo uno strappo in caso di emergenza per non ridurre KO la batteria.

L’ultima accortezza alla quale nessuno pensa, è bloccare continuamente il telefono.  Possiamo evitare di dare continuamente tale comando al telefono e di ricevere una dispendiosa risposta dello stesso ogni volta.

Basterà, nelle Impostazioni, applicare il blocco automatico dello schermo, cosicché il nostro telefono spegnerà lo schermo da solo trascorso un lasso di tempo. Converrà porre una durata breve, così da risparmiare anche sulla luminosità.

Per risparmiare la batteria dell’iPhone o di un telefono Android ecco quindi le 5 mosse che la farebbero durare più a lungo.

Lettura consigliata

Tanti ignorano che questi 2 pulsanti dell’iPhone attivano funzioni strepitose per le foto

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te