Per riscaldarsi nelle giornate più fredde non c’è niente di più gustoso di questo piatto invernale

La stagione fredda è già arrivata in diverse zone d’Italia. Anche se durante il giorno le temperature sono ancora sopportabili, la sera arriva il freddo gelido. Accendiamo i riscaldamenti o il nostro caldo fuoco e pensiamo a cosa preparare per scaldarci. Un buon brodo è sempre un’ottima idea, magari con dei tortellini ad aumentarne il gusto. Ma spesso e volentieri desideriamo qualcosa di più consistente e che abbiamo un gusto più saporito.

Quando pensiamo ai pasti tipici invernali o di montagna ci viene subito in mente una cosa, la polenta. Deliziosa e con tanti abbinamenti è proprio quello che ci vuole quando le temperature iniziano a calare. Questo piatto povero è ormai molto amato grazie alla sua estrema versatilità.

Per riscaldarsi nelle giornate più fredde non c’è niente di più gustoso di questo piatto invernale

Cucinare la polenta da zero partendo dalla farina di mais è sicuramente un procedimento lungo. Per fortuna oggi esistono in commercio varietà già precotte che in pochi minuti sono pronte da gustare. Grazie alla sua versatilità questo piatto si abbina benissimo a formaggi, funghi e ragù di carne. Ma anche impanata e fritta in padella o al forno. Oggi vedremo due abbinamenti diversi ma altrettanto buoni.

Se usiamo la polenta già pronta basterà seguire le indicazioni riportate sulla confezione. Mentre se vogliamo cimentarci nella cottura classica seguiamo i consigli riportati in questo precedente articolo. “Tre cose da non fare assolutamente e un utile consiglio per cucinare una polenta eccezionale come da tradizione”.

Per il primo condimento invece di preparare il classico ragù con la carne, utilizziamo le salsicce. Prepariamo la base con la classica salsa al pomodoro, poi aggiungiamo la salsiccia a tocchetti. Proviamo la salsiccia Lucanica di Picerno per insaporire ulteriormente il sugo. Serviamo la polenta morbida su un piatto e completiamo con una cascata di sugo.

Un’alternativa per la polenta in monoporzioni può essere questa, ad esempio. Ungiamo 4 stampini con dell’olio e mettiamo 3 o 4 cucchiai di polenta in ognuno. Dopodiché rompiamo un uovo in ogni stampino, aggiungendo sale e pepe e qualche foglia di dragoncello o finocchietto selvatico. Inforniamo a 180° gradi in forno statico e lasciamo cuocere qualche minuto. Quando l’albume sarà bianco e ben cotto, sforniamo e serviamo con un po’ di olio a crudo.

Insomma, per riscaldarsi nelle giornate più fredde non c’è niente di più gustoso di questo piatto invernale. Queste due alternative alle classiche ricette con la polenta conquisteranno il palato di tutti. In più potremo goderci il calduccio di casa condividendo la cena con le persone care.

Approfondimento

Gnocchetti di polenta per un primo piatto cremoso e veloce

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te