Per riparare le zanzariere strappate e uscite dal binario senza spendere soldi per sostituirle è questa la soluzione fai da te

Che piacevole sensazione sentire l’aria mite e soleggiata accarezzarci dolcemente la pelle, in primavera e in estate, quando siamo all’aperto. Non meno gradevole spalancare balconi e finestre per far entrare il profumo irradiato dalla natura in queste stagioni. Un’abitudine che ci consente anche di rinfrescare la casa ed effettuare un continuo ricambio d’aria. Infatti, con gli innalzamenti delle temperature, terremo aperti i nostri infissi e vetri molto più spesso rispetto alla stagione passata.

Ciò non vuol dire, però, voler fa entrare in casa tanti insetti fastidiosi e, fortunatamente, a salvarci intervengono le nostre zanzariere. Con il tempo e l’usura, però, capita che si logorino e non riescano più a essere una reale barriera per gli insetti. In tal caso, in attesa di rimediare, possiamo sfruttare delle trappole fai da te per mosche e un composto profumato che allontana le cimici.

Operazioni preliminari

Per riparare le zanzariere strappate e uscite dal binario non sempre c’è bisogno di un intervento tecnico di sostituzione. Spesso, infatti, la soluzione può essere molto economica nonché efficace. Per poter rimediare da sé, il primo passaggio fondamentale sarà ripulirle per bene. Lo sporco, infatti, potrebbe esserci d’intralcio mentre le aggiustiamo.

Spolveriamole prima con un panno in microfibra. Una volta fatto ciò, inumidiamo il panno in acqua calda e aceto. Passiamolo su tutte le zanzariere e rifiniture. Dedichiamoci a questo lavoro in una giornata calda, in modo da avere la certezza che si asciughino e che l’umidità non le deteriori ulteriormente.

Per riparare le zanzariere strappate e uscite dal binario senza spendere soldi per sostituirle è questa la soluzione fai da te

Una volta pulite le zanzariere, c’è da valutare quale sia il danno. Infatti, bisogna procedere in modo diverso se la rete, oltre a essersi sfilata dal binario, risulta anche rotta. In questo caso, prima di rimetterla a posto, dovremo prima sistemarla.

Nel caso di un vero e proprio buco, abbiamo due opzioni. La prima è usare un apposito nastro adesivo reticolato dello stesso colore della nostra zanzariera. Taglieremo il pezzo della misura che ci serve e lo applicheremo. L’altra, è comprare dei pezzi adesivi di rete già predisposti. Hanno diverse misure, dovremo solo selezionarli e incollarli dove necessario.

Qualora non si tratti di un buco, ma di un’estremità sfilacciata, dovremo invece uniformarla e pareggiarla. Così eviteremo che i bordi continuino a disfarsi. Sarà sufficiente una striscia di nastro adesivo termosaldante.

Poi possiamo finalmente procedere a rinfilare dentro il binario la nostra zanzariera. Per farlo, serviamoci di uno strumento dalla punta sottile. Ideali un paio di forbici o un cacciavite dalla punta piatta. Stendiamo la rete a ridosso del binario e delicatamente, con il nostro strumento, spingiamola all’interno poco alla volta.

Man mano che lo facciamo raddrizziamola e tiriamola, perché potrebbe tendere a incresparsi. Dovremo invece sistemarla bella tesa. Assicuriamoci di farla rientrare per bene nello spazio predisposto del binario così da fissarla e non di metterla in modo approssimativo.

Lettura consigliata

Balconi e terrazzi sporchi anche di cacca di piccione si possono pulire in questo modo senza far cadere acqua di sotto

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te