Per ridurre lo stress del rientro al lavoro bastano queste semplici pratiche di mindfulness

L’anno che abbiamo alle spalle è stato sicuramente tra i più difficili che abbiamo dovuto affrontare. Fortunatamente l’estate, le vacanze hanno portato un po’ di spensieratezza nella vita di molti. Settembre però è arrivato. E con lui anche il carico di tensione dovuto al rientro al lavoro, alla ripresa della scuola e alla routine di tutti i giorni. Per aiutarci ad affrontare questo importante momento dell’anno e per ridurre lo stress del rientro al lavoro bastano queste semplici pratiche di mindfulness.

Che cos’è la Mindfulness

La Mindfulness è una disciplina che insegna a coltivare la consapevolezza del momento presente, prestando attenzione in modo intenzionale non giudicante. Il termine significa, appunto, letteralmente “consapevolezza”. Si riferisce a un approccio per cui ci si focalizza su ogni cosa ma con un certo distacco.

Con la pratica della mindfulness, le persone diventano più consapevoli del momento presente. Aumenta infatti la coscienza di tutti quegli aspetti presenti nell’esperienza quotidiana che spesso si danno per scontati e di cui non ci si occupa fino in fondo. A partire dal respiro, che spesso è il primo a risentire dello stress e della frenesia della routine quotidiana. Senza dimenticare di prendersi cura del proprio corpo e della propria mente, prestando attenzione a tutti gli stimoli sensoriali che li riguardano, per cominciare a prendersi cura di sé in un modo più consapevole e profondo.

Per ridurre lo stress del rientro al lavoro bastano queste semplici pratiche di mindfulness

Ora che abbiamo visto che cosa è la mindfulness, vediamo concretamente come possiamo metterla in pratica per aiutarci a ridurre lo stress. Sono sufficienti anche piccoli e semplici esercizi quotidiani, che si possono fare ovunque. Per esempio, basta dedicare 5 minuti della propria giornata al respiro, dandogli attenzione e ascoltandolo. Inspirare ed espirare con calma, focalizzandoci su quello che sentiamo e allontanando le tensioni e le preoccupazioni. Un altro consiglio è quello di trovare uno spazio che sia solo ‘nostro’ ogni giorno. Qualche minuto per ascoltare il brano del proprio cantante preferito, per leggere la poesia del cuore o anche solo per godersi il tramonto dalla finestra di casa sorseggiando un calice di vino.

Non dimentichiamoci dell’alimentazione: assaporare i cibi con tutti i sensi, non farsi distrarre da cellulari e tv, ascoltare il proprio corpo per sentire di cosa ha bisogno in quel momento ci aiuterà a mangiare in modo più consapevole e, di conseguenza, migliore per il nostro benessere. E’ attraverso questi piccoli ma significativi gesti che potremo godere davvero, in piena consapevolezza di una ritrovata quotidianità all’insegna del relax e del benessere.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te