Per regali di Natale originali e particolari torna finalmente l’Artigiano in Fiera a Milano

È uno degli appuntamenti clou per cercare i regali da fare a Natale. Si possono trovare oggetti provenienti da ogni parte del Mondo. Difficile che una cosa che non si trovi qui, esista. Si può fare davvero il giro del pianeta in poche ore, passando dalla propria regione di nascita all’altra parte del globo. Si possono assaggiare specialità tipiche di ogni territorio. Per molti è paragonabile alla fiera della cuccagna. Un piccolo paese dei balocchi, per gli adulti, ma non solo.

Stiamo parlando di Artigiano in Fiera. Conosciuta dai più con il vecchio nome, ovvero Fiera dell’Artigianato. Marketing sulla denominazione a parte, uno degli appuntamenti fissi prenatalizi per la città di Milano, che raccoglie visitatori da tutte le parti d’Italia. Si svolge presso i padiglioni di Rho dal 2008, quando la vecchia location in zona Portello, fu sostituita dagli avveniristici spazi appena fuori dalla città. Comodissimo arrivare, sia in macchina, con la vicina autostrada e la tangenziale Nord, sia in treno, ma che in metro, con la fermata posta proprio all’ingresso.

Per regali di Natale originali e particolari torna finalmente l’Artigiano in Fiera a Milano

Un appuntamento classico, come è classica e quasi sempre uguale la disposizione dei padiglioni. I visitatori possono decidere di perdersi tra tutte le ragioni italiane presenti oppure scegliere un itinerario diverso. Si possono visitare le grandi nazioni europee, come Francia, Spagna, Portogallo, Germania sempre ottimamente rappresentate. Oppure farsi un giro nei paesi asiatici, scoprire le particolarità del continente africano, farsi avvolgere dalle atmosfere sudamericane. Per finire poi con il Medio Oriente, le sue spezie e i suoi tappeti.

Senza dimenticare i tantissimi ristoranti etnici presenti, dove poter degustare le specialità tipiche di ogni paese. Ovviamente, oltre a tutte quelle italiane, con Toscana, Marche, Emilia Romagna e Lombardia a farla da padrone. Non solo, le ceramiche spettacolari della Sicilia e dell’Umbria, i prodotti caseari della Campania, la Sardegna con i suoi formaggi e i suoi torroni. Ancora, il Trentino con il presepe e lo speck, i peperoncini della Calabria, la grande tradizione del rame per l’Abruzzo. Insomma, è proprio il caso di dire che c’è l’imbarazzo della scelta. Considerando che la Fiera sarà aperta dal 4 al 10 dicembre, ogni giorno dalle 10 alle 22, inutile dire che sarebbe un peccato non visitarla.

Regali sì, ma senza esagerare

Certo, come nel paese dei balocchi di collodiana memoria, bisogna non farsi prendere dall’entusiasmo con gli acquisti. Tenere a bada gli impulsi di shopping sfrenato è davvero difficile se si andrà a camminare tra i tantissimi stand presenti. Gli assaggi di cibo saranno davvero moltissimi, alcuni consiglieranno l’acquisto, altri, a malincuore, no. Di certo, non per la bontà di ciò che verrà proposto, ma per l’impossibilità di avere un portafoglio infinito. Per regali di Natale originali e particolari torna finalmente l’Artigiano in Fiera a Milano, chi c’è stato una volta, ci è sempre ritornato. Dopo l’assenza causa Covid dell’anno scorso, sarà davvero un piacere per molti ritornare in fiera.

Consigliati per te