Per profumare casa senza il solito bicarbonato o le bucce di arancia ecco la soluzione fai da te contro i cattivi odori spesso ignorati

I suggerimenti per una casa che odora di fresco sono sempre gli stessi: dalle candele ai diffusori, passando per le soluzioni naturali. Non mancano i rimedi della nonna con il bicarbonato e l’aceto, oppure con le bucce di arance e mandarini.

Si tratta di idee sicuramente valide. Ma talvolta il problema è che i cattivi odori si annidano dove meno ce lo aspettiamo. Ecco come combatterli.

Un nascondiglio segreto per gli odori molesti

È capitato quasi a tutti: ci si affanna per profumare di fresco la casa, ma il risultato sembra non essere mai soddisfacente. La colpa potrebbe essere di un angolino che ci scordiamo di pulire. Spesso infatti i cattivi odori persistenti vengono proprio da questi nascondigli segreti.

In particolare, quando si lava il bagno, non bisogna concentrarsi solo sulla puzza di fogna del water o del bidet. È importante anche pulire a fondo col bicarbonato un oggetto in cui altrimenti si annidano i batteri responsabili dei cattivi odori.

Un altro esempio è la lavatrice: molti si ricordano di pulire il cestello o il filtro, ma pochissimi pensano allo scomparto che è un vero covo di odori molesti.

Per non parlare di un piccolissimo elettrodomestico in cucina responsabile della puzza persistente di pesce o di bruciato! Inutile cercare di profumare gli ambienti con i diffusori o le candele se prima non si risolvono questi problemi.

Un altro nascondiglio per il cattivo odore è onnipresente: lo si incontra in tutti gli ambienti della casa. Fortunatamente c’è una soluzione semplice per rinfrescarlo.

Per profumare casa senza il solito bicarbonato o le bucce di arancia ecco la soluzione fai da te contro i cattivi odori spesso ignorati

Una fonte di puzza spesso trascurata è l’insieme dei tessuti: tende, tappeti, tappezzeria di poltrone e divani, cuscini, coperte, ecc. Tutti questi complementi d’arredo, alla lunga, assorbono i cattivi odori della casa.

Inoltre, se un divano o un tappeto si macchiano con del cibo, possono diventare l’habitat perfetto per la proliferazione di batteri. Questi ultimi, a loro volta, causano odori molesti.

Ovviamente la soluzione sarebbe lavare frequentemente tutti i tessili. Ma sappiamo tutti che si tratta di una faticaccia. Per fortuna esiste un liquido fai da te che permette di rinfrescare l’odore di questi complementi.

Peraltro, il bello dello spray fai da te è che permette non solo di neutralizzare i cattivi odori, ma anche di diffondere un piacevole aroma in tutti gli ambienti. Si tratta insomma di una soluzione raffinata per profumare casa senza il solito bicarbonato.

La ricetta dello spray per rinfrescare e profumare i tessuti

Ingredienti:

  • 100 millilitri di aceto bianco;
  • 100 millilitri di alcool denaturato;
  • 1 cucchiaino di amido di mais;
  • 20 gocce del proprio olio essenziale preferito.

Procedimento:

  1. versare tutti gli ingredienti in una bottiglia spray;
  2. agitare bene prima dell’uso;
  3. spruzzare direttamente sulle tende, sul divano o su qualsiasi tessuto.

Non resta che godersi un ambiente più fresco e profumato.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te