Per prevenire le micosi da piscina pochi sanno che basta mettere questi 2 ingredienti che tutti noi usiamo in cucina molto frequentemente

L’estate è la stagione dei bagni e delle nuotate da fare a mare o in piscina, per chi le ha in casa, oppure per chi frequenta dei circoli. Ciò a cui però bisogna fare molta attenzione è il pericolo delle micosi. Questi funghi sono causati da batteri che sono capaci di creare rossori e pruriti aggredendo la nostra pelle in particolare le cosiddette pieghe cutanee.

È un fenomeno molto contagioso e gli agenti patogeni proliferano solitamente in un ambiente caldo umido. Per questa ragione solitamente la piscina è il primo luogo a cui prestare molta attenzione ma non l’unico.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Quali sono i luoghi più a rischio e perché si formano le micosi

Infatti, è bene stare attenti anche alle acque stagnanti o ai bagni turchi. Solitamente però si sente parlare tanto delle piscine perché lì la grande affluenza di persone permette la trasmissione delle spore molto più velocemente.

Inoltre, sono molto aggressive nei soggetti in sovrappeso o diabetici e tendono ad attaccare in modo particolare i soggetti che hanno basse difese immunitarie. Per tale ragione, in particolar modo in estate è bene trovare un modo per combatterle e prevenirle.

Ci sono i prodotti appositi che possono essere acquistati in farmacia previa consultazione del proprio medico curante. Esistono però delle alternative naturali che possono risultare molto utili.

Il primo rimedio naturale

Per prevenire le micosi da piscina pochi sanno che basta mettere questi 2 ingredienti che tutti noi usiamo in cucina molto frequentemente.

Sembrerà incredibile ma parliamo dell’aglio e dell’aceto. In merito al primo rimedio si può diluire nell’olio vegetale e metterlo sulla parte della cute interessata.

Per prevenire le micosi da piscina pochi sanno che basta mettere questi 2 ingredienti che tutti noi usiamo in cucina molto frequentemente

Oppure altra soluzione è fare un infuso composto da olio, 4 chiodi di garofano schiacciati e un infuso di aglio. Basterà applicarlo sulla pelle per 2 o 3 volte al dì. Il secondo rimedio è l’uso dell’aceto.

Lo si può usare facendo il pediluvio miscelando l’aceto con l’acqua e lasciando i piedi in ammollo per qualche minuto. In questo modo, l’azione disinfettante dell’aceto agirà senza problemi.

Anzi si può anche aggiungere un pizzico di sale grosso per potenziare l’azione e aiutare a cicatrizzare le ferite.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te