Per prenderci cura del nostro gatto in primavera, oltre a prevenire pulci e zecche dobbiamo prestare attenzione anche a questi avvenimenti

Il micio di casa è parte integrante della nostra famiglia, un membro importante e speciale. Al di là del suo carattere spiccatamente indipendente, sotto il suo pelo si celano lati profondamente teneri. Dei lati che, in virtù del suo spirito selettivo, non mostrerà certo a chiunque e che, in molti casi, potrebbero essere appannaggio solo nostro.

Tante volte ci dimostra infatti il suo affetto facendoci le fusa o venendosi a posare sul nostro grembo, tutti segnali di un legame speciale. Noi ricambiamo attraverso coccole e cure, infatti la sua salute è per noi una priorità inderogabile e richiede tante attenzioni diverse.

Pulci e zecche

Ogni cambio di stagione comporta per i nostri mici eventuali problematiche. Se finora abbiamo dovuto prestare attenzione per schermarli dal freddo, ora si porranno altre necessità per prenderci cura del nostro gatto in primavera. Tanto più perché potremmo concedere al nostro amico di sgambettare un po’ all’esterno durante le belle giornate.

Con l’innalzamento delle temperature tornano a proliferare però pulci e zecche, due parassiti che potrebbero stabilirsi sul nostro gatto e succhiarne il sangue. Queste potrebbero comportare oltre al prurito vari problemi di salute, tra i quali alcune infezioni. Sarà bene dunque perlustrare i nostri cortili e giardini nei piccoli anfratti, ma anche procedere a trattamenti di prevenzione consigliati dal veterinario.

Per prenderci cura del nostro gatto in primavera, oltre a prevenire pulci e zecche dobbiamo prestare attenzione anche a questi avvenimenti

La primavera però è anche la stagione in cui si verificano particolari cambiamenti nella vita dei nostri amici felini.

Il primo è quello della muta. Infatti, passato il freddo, i gatti cominceranno a perdere il caldo sottopelo ormai non necessario. Ciò richiederà nella maggior parte dei casi delle attente accortezze, sebbene vi siano gatti che ne perdono pochissimo.

Converrà spazzolarlo ogni giorno per evitare che disperda tantissimi peli dentro casa, in più in questo modo lo aiuteremo liberarsi dallo stesso velocemente. Ci serviremo di spazzole e pettini per farlo. Per completare converrà accarezzare il gatto con un guanto umido, così da rimuovere il pelo distaccatosi ma rimasto sul suo dorso.

La primavera è anche la stagione degli amori, in cui i gatti vanno in calore. Ciò potrebbe comportare alcune difficoltà nel caso non siano sterilizzati. Infatti, se dovessimo farli uscire all’esterno, potrebbero avvenire incontri con altri gatti e ciò potrebbe comportare alcuni problemi. Una gravidanza indesiderata per le gatte, mentre i maschi potrebbero ricevere qualche ammaccatura dovuta agli scontri con altri esemplari durante il corteggiamento.

Sarà bene dunque portare fuori i mici solo laddove non vi sia possibilità di contatto con altri esemplari. Qualora ciò non fosse possibile, sarà meglio rimandare le uscite. In ogni caso teniamo presente che il calore privo di appagamento, in assenza di sterilizzazione, potrebbe rendere i nostri amici alquanti irrequieti e sofferenti.

Lettura consigliata

La diarrea di cani e gatti con muco e sangue potrebbe indicare la presenza di questi parassiti intestinali

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te